Strade e scuole, Ricci lancia l’allarme manutenzioni

di 

31 gennaio 2013

Matteo Ricci, neve

Matteo Ricci nei giorni dell'emergenza neve lo scorso febbraio

PESARO – Matteo Ricci entra nell’ufficio di presidenza dell’Unione Province d’Italia. La nomina è stata resa nota dal presidente Antonio Saitta. Il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino subentra a Nicola Zingaretti, ex presidente della Provincia di Roma ora in corsa per la Regione Lazio e a Fabio Melilli, ex presidente del consiglio direttivo Upi.

 

EMERGENZA MANUTENZIONI

Agenda già piena per Ricci che, appena designato, lancia l’allarme nazionale sulle manutenzioni durante il lancio del Manifesto programmatico dell’Upi per la prossima legislatura, nel corso della conferenza stampa convocata nella mattinata in piazza Cardelli. Monito del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino: “Ora è vera emergenza nazionale. Chiediamo al prossimo governo e al prossimo Parlamento di rivedere i tagli su scuole e strade: così è a rischio la sicurezza dei cittadini”.

 

SERVIZI IN TILT

Concetto che il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, peraltro, ha già sottolineato anche in ambito locale. “La nuova legislatura – ha detto Ricci nella conferenza stampa – coincide con la fine dell’inverno e sono convinto che presto questo tema esploderà. Gli enti locali non hanno un euro per le manutenzioni, non appaltiamo più mezzo lavoro, non chiudiamo i bilanci. I trasferimenti sono praticamente azzerati. Questa non è la strada per la crescita e per la ripresa. Al contrario: si alimenta solo la spirale della recessione. Non possiamo più essere considerati soggetti che contribuiscono a deprimere l’economia”. La spending review sugli enti locali coincide con la crescita dei disagi dei cittadini: “Nelle città italiane il panorama è sotto gli occhi di tutti – ha evidenziato Ricci a Roma -. La scure colpisce i servizi, i trasporti, gli asili, le strade, la sanità. Adesso bisogna assolutamente invertire la rotta sui tagli. Lo chiediamo a gran voce ai candidati al prossimo governo e Parlamento”.

Tags: , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>