Urbino volley, a Giaveno contro gli ex Napolitano e Dalia. Vitali: “Faremo un gran finale di stagione”

di 

31 gennaio 2013

URBINO – Dopo tre settimane di attesa riprende il campionato della Chateau d’Ax Urbino volley che, nel prossimo fine settimana, sarà impegnata in trasferta in Piemonte contro la Banca Reale Yoyogurt Giaveno. Un team allenato dall’ex tecnico ducale Bruno Napolitano, che nelle ultime settimane ha tesserato un altra ex feltresca, la palleggiatrice Ludovica Dalia, svincolatasi da Crema.

La giocatrice urbinate Stefania Dall'Igna nella foto Andrea Ceccarini

Le novità non mancheranno anche in casa bianconera, dato che domenica farà il suo esordio il neoacquisto Paola Croce, libero della Nazionale Italiana, svincolatasi da Modena, dopo che la società emiliana ha comunicato il proprio ritiro dal campionato. Una gara importante, in cui le marchigiane cercheranno di continuare la loro striscia positiva di risultati.

Con il ritiro di Modena, la Chateau d’Ax Urbino Volley sale di una posizione in classifica accorciando il proprio distacco dalle terze in classifica, con Villa Cortese che deve osservare un turno di riposo. “Siamo consapevoli del nostro potenziale – afferma il direttore generale della Robur Tiboni Cesare Vitali – Sapevamo che questa squadra aveva bisogno di un pò di tempo per oliare al meglio tutti i meccanismi e adesso siamo in un momento in cui riusciamo ad esprimere una buona pallavolo. L’inserimento di Paola Croce sarà molto importante per la squadra come diventerà importante il contributo che potrà dare Lucia Crisanti non appena recuperato dall’infortunio. Siamo abbastanza fiduciosi per questo finale di campionato e sono sicuro che riusciremo a regalare grosse soddisfazioni ai nostri tifosi”.

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>