“Circoli privati come bar”. Confcommercio sorride

di 

1 febbraio 2013

circolo

PESARO – Il Silb-Confcommercio di Pesaro e Urbino accoglie con soddisfazione la sentenza del Tar della Lombardia con cui viene confermata la tesi, da sempre sostenuta dal sindacato di categoria, circa la obbligatorietà dell’autorizzazione di agibilità anche per i locali dei circoli privati dove si organizzano trattenimenti o spettacoli riservati ai soli associati.

“I giudici amministrativi – è il commento del segretario Silb Marco Arzeni – hanno precisato tra l’altro che la norma non prevede, con specifico riferimento all’attività di intrattenimento e spettacolo, alcuna diversa semplificazione per i circoli e quindi anche questi locali devono essere conformi alle norme e prescrizioni in materia edilizia, igienico-sanitaria, e ai criteri di sicurezza stabiliti dal Ministero dell’Interno, soprattutto nei casi in cui l’attività del circolo sia svolta con modalità tali da far ritenere puramente fittizia la qualificazione di ‘circolo privato'”.

“A questo punto invitiamo le amministrazioni comunali – prosegue Marco Arzeni – ad attuare tutte le procedure di controllo e verifica sul rispetto di questi indirizzi, ora ribaditi anche dalla giurisprudenza, considerato che non sono pochi i casi di attività che, forti della loro qualifica di “circolo privato”, altro non fanno che svolgere concorrenza abusiva agli esercizi regolari“.

Tags: , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>