Fano, 50 mila visitatori al carnevale

di 

3 febbraio 2013

FANO – “Divertire divertendosi”: il motto della Musica Arabita, che ha celebrato i suoi 90 anni oggi, seconda domenica del “Carnevale di Fano 2013”, è stato il leit motiv della giornata. Il sole ha baciato gli oltre 50mila visitatori accorsi in viale Gramsci, dalle 15, regalando ai presenti un’immagine indimenticabile di festa.

Festa che è partita dalle ore 10, in piazza XX Settembre quando, davanti a una folla di curiosi, è apparso un caratteristico pullman Vitali, degli anni ’50, guidato da Francesco Vitali con, a bordo, la travolgente banda della Musica Arabita. Il mezzo ha percorso le vie del centro storico portando sulla scia, centinaia di fanesi e turisti, scortati fino all’ex chiesa San Leonardo dove è stata inaugurata la mostra dedicata ai primi 90 anni della storica banda fanese.

Presenti al taglio del nastro, anche lo storico Alberto Berardi che ha ricordato come la Musica Arabita sia nata “come risposta intelligente e come sfida, ai salotti dei nobili che facevano musica in lussuosi palazzi. Fano ha inventato il jazz all’italiana con questa banda di suonatori che trova il segreto del suo successo nel suo motto ‘divertire divertendosi’ ora e sempre”. Premiato con un medaglione del Carnevale e con una targa di riconoscimento Arturo Marini, figlio di Giulio, clarinettista della banda all’epoca in cui venne fondata.

Apprezzato l’allestimento della mostra curata dall’artista Paolo Del Signore, visitabile fino al 12 febbraio, sia all’interno dell’ex chiesa in cui si trovano anche strumenti e abiti di scena degli anni ’50, sia nei negozi della città che ospiteranno immagini storiche e recenti della banda.

Le condizioni instabili del tempo, durante la mattinata, hanno fatto annullare le sfilate dei bambini e reso più scivoloso il campo su cui si sono sfidate le squadre partecipanti al triangolare di rugby che ha coinvolto giovani fanesi, anconetani e trevigiani.

Il pubblico ha deciso che “era tempo di Carnevale” dalle 14 quando ha invaso viale Gramsci. E’ stato allora che la festa ha avuto inizio con uno sciame di ombrelli e prendigetto a colorare la via del Carnevale che si muoveva al ritmo de “Il Vulon”, la colonna sonora del Carnevale di Fano 2013.

“Abbiamo contato pullman da tutta Italia -ha detto soddisfatta l’assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni Maria Antonia Cucuzza- e, in particolare, 2 provenienti da Roma. Segno che il gemellaggio con il carnevale della Capitale sta dando i primi frutti come abbiamo potuto riscontrare durante la presentazione della nostra manifestazione a Roma, ieri”.

Ad aprire la seconda sfilata del 2013 è stato il carro della lotteria seguito dal “Treno di Venere” con le ragazze del concorso di Miss Carnevale di Fano 2013 in programma venerdì 8 febbraio, ore 21.15 al Teatro della Fortuna.

Poi spazio ai carri di prima categoria. Ad aprire il corteo è stato “La magia… La politica spazza via” di Paolo Furlani, seguito dalle opere di Luca Vassilich e Matteo Angherà “Non c’è più religione” e “La Vedova Nera” e da “Sull’onda dell’antipolitica” di Ruben Eugenio Mariotti.

Non ha sfrecciato, come è solito fare, ma è riuscito comunque a tenere il “ritmo di gara” il pilota di Moto3 Alessandro Tonucci, ospite della manifestazione che, per l’occasione, ha guidato i trattore che trainava il carro “La magia… La politica spazza via”: “E’ stato davvero divertente. Il Carnevale di Fano è riuscito a coinvolgermi con la sua atmosfera allegra e con il calore del pubblico presente”.

Il Carnevale ha poi dedicato alle famiglie presenti la magia della voce della “Leonessa di Serrungarina”, Valentina Baldelli, che ha prima partecipato alla sfilata in viale Gramsci, sul carro della Musica Arabita e poi, alle 18, ha cantato sul palco di piazza XX Settembre i suoi cavalli di battaglia come “My heart will go on”, di Celine Dion, che le ha fatto ottenere il premio della critica all’ultima edizione del programma televisivo “Ti lascio una canzone” di Rai1. La rete ammiraglia è stata, fra l’altro presente, con una troupe di Uno Mattina che ha curiosato tra carri e carristi per tutto il pomeriggio filmando il caratteristico “getto” e i suoi quintali di dolciumi lanciati sulla folla.

“La nostra manifestazione -ha detto Luciano Cecchini, presidente dell’Ente Carnevalesca- sta raggiungendo importanti risultati grazie al lavoro fatto dai nostri maestri carristi, al suo essere ‘il più dolce e antico d’Italia’ e alla scelta di mantenere gratuito l’accesso all’evento”.

A concludere la seconda giornata di sfilate è stata la premiazione della tribuna più bella, la numero 49 e 50, di “Quei dla dal Fium” e dedicata alla “Musica Arabita”, che si è aggiudicata un week end sul Lago di Garda per 15 persone, e l’estrazione della “Lotteria del Carnevale” di Fano.

La Peugeot 107 1.0 cc tre porte, messa in palio dalla concessionaria Peugeot – Opel Centralgarage di Fano (via Nobili 10 Rosciano di Fano) è andata al biglietto serie “Corno” numero “406”. Il 2° classificato, che ha vinto una fornitura di un anno di Luce e Gas, offerta da chebolletta, main sponsor del Carnevale 2013, è stato il possessore del coupon serie “Corno” numero 105. Il week-end per 2 persone alla Riserva Privata San Settimio è stato assegnato al biglietto serie “Mandolino” numero 083, 3° estratto. Una City-Bike da uomo e una City-Bike da donna, entrambe messe in palio daBargnesi di Cascioli, saranno consegnate a chi è in possesso del biglietto serie “Piatti” numero 382 e al biglietto serie “Sassofono” numero 099, 4° e 5° estratti.

LE FOTO:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>