F-16 precipitato, il pilota americano è morto per asfissia

di 

5 febbraio 2013

PESARO – Lacas Gruenther, 32 anni, pilota americano precipitato nell’Adriatico lo scorso 28 gennaio, inabissatosi con il suo F16  all’altezza di Cervia e ritrovato morto alcuni giorni dopo poche miglia a largo di Pesaro, è deceduto per asfissia.

Il pilota, probabilmente, ha perso i sensi al momento dell’impatto con il mare e poi non è stato in grado di liberarsi per uscire dal veivolo. Questo, l’esito dell’autopsia effettuata oggi pomeriggio. Ricordiamo che la Procura della Repubblica di Pesaro aveva la competenza solo per l’espletamento dell’autopsia: il fasciocolo sarà poi inviato alla procura di Ravenna, che per territorialità attiene alla zona in cui è precipitato l’aereo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>