Applausi a De Gennaro e alla Kgs

di 

6 febbraio 2013

PESARO – Doppio applauso. Alla dirigenza della Kgs e a Monica De Gennaro. Avere resistito – fino all’ultimo – alle offerte di Villa Cortese, indirizzate sia alla società sia alla giocatrice, significa che, almeno per quest’anno, non si smobilita, si va avanti così, come si era iniziato.

Avere tenuto uno dei migliori, se non il miglior libero italiano è una dimostrazione di rispetto per gli sponsor (pochi) e per i tifosi (qualcuno di più). Se Gianni Caprara la voleva, se aveva detto – fino a martedì – “lei o nessun’altra”, un motivo ci sarà.

Brava anche Monica a restare a Pesaro, quando un trasferimento a Villa Cortese avrebbe significato giocare per lo scudetto. Lo farà in futuro, magari ancora a Pesaro. Intanto, il “Ministro della Difesa” resta qui, a dare un contributo unico alla Kgs, per la felicità di tanti tifosi depressi all’idea di perderla.

Se ne faranno una ragione a Villa Cortese, in casa Asystel MC Carnaghi, dopo che la società lombarda ha virato, all’ultimo momento, su Sara Paris, libero ex Crema rimasta senza squadra dopo il ritiro dell’Icos. Ora, Paris è libera dallo scorso dicembre. Se Caprara avesse voluto – con tutto il rispetto – “un libero”, sarebbe stato facile ingaggiarla e utilizzarla anche in Champions League. Invece, Caprara voleva “il libero”. Che sarà ancora colibrì fino alla conclusione della stagione.

Siamo felici, invece, per un’ex colibrì che era rimasta senza squadra dopo la dolorosa vicenda di Modena. Natalia Brussa è il nuovo opposto della Volley 2002 Bologna, rimasta senza la giocatrice titolare in seguito al brutto infortunio di Marina Cvetanović.

In tema di ex, davvero notevole la prestazione offerta martedì sera da Maren Brinker che ha trascinato l’Unendo Yamamay a un successo inestimabile. Sotto 2 set a 1 e in difficoltà nel quarto parziale, a un passo dalla sconfitta casalinga che l’avrebbe obbligata a vincere quattro set la prossima settimana a Baku, la squadra campione d’Italia si è aggrappata alla grinta della tedesca. Brava, bravissima. E ancora una critica a coach Parisi, che troppe volte ha ignorato le qualità di Maren, che non sarà una campionessa ma ha qualità che possono vantare poche giocatrici: un carattere incredibile, nessuna paura di giocare punti importanti.

Sarà un ostacolo in più sulla strada di una Kgs che, persa l’ennesima occasione casalinga, è chiamata a rifarsi sabato sera, sul taraflex del PalaYamamay. La partita si giocherà alle ore 20,30 e sarà diretta dagli arbitri Gini e Gentile. Alla stessa ora scenderanno in campo – a Torino, in diretta su Rai Sport – Duck Farm e Rebecchi Nordmeccanica, le ultime due avversarie delle pesaresi. Sembra incredibile avere espugnato Piacenza e perso in casa con le piemontesi. Ma questa è la Kgs 2012/13.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>