Coppa Italia, in semifinale sfida tra banche

di 

9 febbraio 2013

PESARO – Una sfida tra squadra sponsorizzate da istituti di credito. E’ questa la seconda semifinale della Coppa Italia che proporrà alle ore 17,45 Cimberio Varese – Acea Roma e alle 20,30 Banco di Sardegna – Montepaschi.

Daniel Hackett, in un'immagine tratta dalla pagina Fb di Montepaschi Sport

La curiosità è che per una volta Siena non è la favorita. Magari vincerà anche facilmente, memore della sconfitta incredibile patita in campionato, ma intanto anche stasera ha sofferto più del preventivabile e di quanto racconti il risultato finale della partita con Reggio Emilia, che a pochi minuti dalla fine, pur con un Taylor inguardabile, aveva la palla per un possibile meno 3; l’ha gettata via con una rimessa laterale ai limiti dell’oscenità. E ha perso.

I tabellini

BANCO DI SARDEGNA – ENEL 98-96 dts

BANCO DI SARDEGNA: Devecchi 2, Thornton 25, Ignerski, Travis Diener 13, B. Sacchetti 7, Spissu ne, Drake Diener 36, Vanuzzo ne, Pinton, Di Liegro, Easley 15. All. M. Sacchetti.

ENEL: Viggiano 15, Robinson 12, Reynolds 5, Formenti 6, Fultz7, Simmons 18, Porfido ne, Zerini 5, Gibson 26, Grant 2. All. Bucchi.

ARBITRI: Taurino, Lo Guzzo e Martolini.

PARZIALI: 22-24; 22-21; 28-28; 15-14; 11-9.

STATISTICHE DI SQUADRA: Banco di Sardegna: 18/45 da 2, 16/48 da 3, 14/20 tiri liberi. Rimbalzi offensivi 20, difensivi 34. Palle perse 8, recuperate 5. Assist 27. Enel: 25/50 da 2, 9/24 da 3, 19/26 tiri liberi. Rimbalzi offensivi 8, difensivi 39. Palle perse 14, recuperate 2. Assist 24.

Nove giocatori a segno per Brindisi, solo 6 per Sassari che non può utilizzare Vanuzzo e ha il peggiore Ignerski (sofferente per un problema alla schiena) della stagione per quanto riguarda il tiro (0/5da 2 e 0/3 da 3), ma capace di offrire un buon contributo sotto i tabelloni (9 rimbalzi), dove il Banco rimedia alle difficoltà al tiro. E se Brindisi ha un Simmons incontenibile, la differenza assoluta – in una partita durata 45 minuti – la fa Drake Diener con un 8/14 (57,1%) nelle triple che pareggia il totale avversario. In un finale punto a punto, la differenza è minima. Poteva vincere, meritatamente, l’Enel, fa festa il Banco. E nei fatti è una sorpresa, perché Brindisi è l’unica che ha espugnato Sassari e vantava una tradizione positiva al cospetto dei sardi.

MONTEPASCHI – TRENKWALDER 82 – 73

MONTEPASCHI: Brown 22, Eze 2, Rasić 3, Kangur 3, Sanikidze 5, Ress 3, Örtner, Lechtaler 2, Neri ne, Janning 14, Hackett 8, Moss 20. All. Banchi.

TRENKWALDER: Jeremić 12, James, Taylor 10, Brunner 20, Antonutti 13, Veccia ne, Filloy ne, Slanina 3, Cervi 3, Silins, Deguara ne, Andrea Cinciarini 12. All. Menetti.

ARBITRI: Sabetta, Sahin e Bettini.

PARZIALI: 23-23; 14-16; 25-18; 20-16.

STATISTICHE DI SQUADRA: Montepaschi: 16/27 da 2, 11/29 da 3, 17/21 tiri liberi. Rimbalzi offensivi 13, difensivi 22. Palle perse 13, recuperate 2. Assist 16. Trenkwalder: 20/34 da 2, 5/15 da 3, 18/24 tiri liberi. Rimbalzi offensivi 6, difensivi 17. Palle perse 9, recuperate 4. Assist 13.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>