La Coppa Italia di Daniel e Dušan

di 

10 febbraio 2013

Dusan Sakota con la maglia della Scavolini Spar

PESARO – Varese contro Siena, è la finale di Coppa Italia, dopo una serata che sarà ricordata soprattutto per la magistrale prestazione di Daniel Hackett che ha vinto praticamente da solo la semifinale con Sassari. Con un piccolo aiuto dei sassaresi, che erano in pieno controllo della partita e hanno preso un tecnico avanti nel punteggio e palla in mano, e l’ausilio degli arbitri. Non è una novità nelle Coppe Italia di Siena. Gli anni scorsi, Daniel imparò a sue spese come era difficile battere la Montepaschi per una Scavolini che pure si era dimostrata superiore. Al Forum di Assago, Siena ha sofferto, inseguito, poi Daniel l’ha presa per mano realizzando 12 dei suoi 19 punti nell’ultimo quarto. Standing ovation per Daniel, fischi a Lamonica e colleghi.

E domenica, alle ore 18, finale con la Cimberio Varese che ha superato (-) l’Acea Roma grazie a una prova fantastica di Dušan Šakota, che ha realizzato 21 punti con 2/2 da 2, 5/7 da 3 e 2/2 ai liberi. Una grande emozione vederlo così bravo, protagonista assoluto, votato Mvp della semifinale.

 

Signori, chiunque vinca domenica, sarà un piacere per tutte le persone che vogliono bene a Daniel e Dušan. Onestamente, però, facciamo un po’ di tifo in più per Daniel, che tra l’altro vorrà prendersi una rivincita su Frank Vitucci, il coach con il quale non ha legato nella stagione di Treviso.

 

Tags: , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>