La Kgs mette i brividi alle campionesse

di 

10 febbraio 2013

UNENDO YAMAMAY – KGS 3 – 2
UNENDO YAMAMAY
: Faucette ne, Cialfi ne, Brinker 16 (11/34, 32%; battute vincenti 1, muri fatti 3), Leonardi (L: ricezioni 37, positiva 92%, perfetta 68%), Marcon (0/1), Bauer 18 (14/32, 44%; ms 1, mf 4), Kozuch 18 (18/56, 32%; ms 5), Lombardo 15 (14/37, 38%; ms 3), Arrighetti 12 (8/17, 47%; ms 1, mf 4), Caracuta 1 (battute vincenti 1), Pisani, Bisconti. All. Parisi
KGS ROBUR: Moreno Pino 21 (17/61, 28%; battute vincenti 1, muri subiti 6, muri fatti 3), Valpiani, Gibbemeyer 12 (10/27, 37%; ms 1, mf 2), De Gennaro (L: ricezioni 34, positiva 76% perfetta 47%), Lestini ne, Manzano 13 (10/21, 48%, ms 1, mf 3), Dékány ne, Signorile 2 (1/3, 33%; mf 1), Tirozzi 15 (14/47, 30%; bv 1), Muresan 12 (11/31, 35%; mf 1). All. Pistola
ARBITRI: Gini e Gentile
PARZIALI: 22-25; 25-15; 25-23; 25-27; 15-13 in 123 minuti
STATISTICHE SQUADRA: Busto Arsizio: Battute 112, errori 10, punti 4. Ricezioni 90, errori 3, positiva 76%, perfetta 49%. Attacchi 180, errori 15, muri subiti 10, punti 65, 36%. Muri fatti 11. Pesaro: Battute 103, errori 13, punti 2. Ricezioni 102, errori 7, positiva 68%, perfetta 43%. Attacchi 190, errori 19, muri subiti 11, punti 63, 33%. Muri fatti 10.

 

Un muro di Moreno Pino, top scorer della Kgs a Busto (foto Danilo Billi)

BUSTO ARSIZIO (Varese) – Una KGS gagliarda e un po’ sprecona esce dal PalaYamamay con un splendido punto, ma con il rammarico di chi, nel terzo set, ha sciupato un vantaggio di cinque lunghezze sul 18-13: sul 2-1 a proprio favore, la partita avrebbe potuto prendere un’altra piega. Anche nel quarto parziale, la Robur ha rischiato di gettare via tutto, subendo un’altra rimonta dopo aver condotto 20-17, ma riuscendo poi a spuntarla annullando anche un match-point. Nel tie-break, Busto ha strappato un +3 maturato a metà parziale, difendendolo a fatica sino alla fine.

La squadra di Pistola ha confermato la propria pericolosità in trasferta, mettendo in grande difficoltà la Unendo Yamamay, campione d’Italia in carica, capolista del campionato e ad un passo dalle Final Four di Champions League. Il punto di questa sera muove la classifica e fa morale, confermando le potenzialità della squadra biancorossa cui il verdetto del campo sta un po’ stretto. Non dimenticando che mancava l’infortunata Chirichella, il cui contributo avrebbe potuto fare comodo al cospetto di uno die muri (Arrighetti-Bauer) più forti del mondo.

Nell’altra partita del sabato sera, la Duck Farm Chieri Torino ha superato la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza con il punteggio di 3-1 (25-27; 25-22; 26-24; 25-21). Sembra incredibile, ma un mese fa le piacentine hanno travolto le piemontesi in entrambe le sfide di Coppa Italia. Poi hanno ingaggiato Guiggi, portandola via alla Duck Farm, e Valeriano. E stasera hanno pagato a caro prezzo i 18 punti del duo Frigo (8) e Gennari (10), andate in Piemonte in cambio della centrale ex pesarese.

Domenica sono in programma le partite di Urbino, tra Chateau d’Ax e Foppapedretti Bergamo, e Treviso, tra Imoco e MC Carnaghi Villa Cortese. Riposano Banca Reale Yoyogurt 11 e Volley 2002

La classifica: Unendo Yamamay 30, Foppapedretti, Duck Farm e Rebecchi Nordmeccanica 22, MC Carnaghi 29, Chateau d’Ax e Imoco 17, Kgs 14, Banca Reale Yoyogurt 11, Volley 2002 3.

Domenica prossima la Kgs ospiterà Villa Cortese, con partita in programma alle ore 16 al PalaCampanara. La società pesarese aveva chiesto l’anticipo per evitare la coincidenza con la partita di basket tra Scavolini e Montepaschi Siena, che però è stata posticipata alle ore 20,30 di lunedì 18 febbraio. La Lega Pallavolo, però, ha lasciato l’orario invariato. Complimenti per l’attenzione ai tifosi.

Tags: , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>