Viareggio Cup, esordio amaro per i vissini

di 

11 febbraio 2013

MARINA DI PIETRASANTA – Falsa partenza. Ridolfi, zoppicante, sostituito al termine del primo tempo anche per questione tattiche, con la squadra ridotta in 10, Dominici obbligato a fare i straordinari, in una difesa passata a tre, Alberto Torelli ancora dolorante alla spalla (per la botta ricevuta nell’ultima amichevole) in tribuna. L’avventura della Rappresentativa di Serie D, incorniciata dal maltempo che ha obbligato la squadra del ct Magrini a spostarsi da San Miniato a Marina di Pietrasanta, parte nel peggiore dei modi: sconfitta 1-0 dal pur quotato Anderlecht, una sconfitta su rigore fischiato al 45′ del primo tempo, realizzato da Heylen e che ha portato all’espulsione di Pessagno per fallo da ultimo uomo.  Così, ad inizio ripresa, Ridolfi, non al meglio, è stato sacrificato. L’unico vissino in campo è così rimasto Dominici scalato in una complicata difesa a tre. Questa la formazione iniziale: Casapieri, Accardo, Pessagno, Sirigu, Dominici, Massaccesi, Amelotti, Ridolfi, Scaccabarozzi, Bussi, Gatto. All. Magrini

Ridolfi, esordio amaro per il vissino con la fascia da capitano della Rappresentativa di D

Peccato, perché contro una squadra decisamente forte (non a caso ancora in corsa per la Next Generation, la Champions Primavera), il primo tempo era stato molto equilibrato e, anzi, la Rappresentativa aveva sfiorato il colpaccio più volte: con Scaccabarozzi (8′) poco lucido nel calciare sul portiere Roeff da due passi, e con Ridolfi direttamente su punizione fuori di un soffio (15′). La squadra belga però ha sfiorato il vantaggio mettendo a dura prova i guantoni di Casapieri al 10′ e al 35′ con Dendoncker. Poi, in chiusura, il fallo da ultimo uomo di Pessagno su un contropiede dei belgi. Da qui, il rigore più cartellino rosso. Nella ripresa subito fuori Ridolfi e Bussi, dentro Idromela e Picascia. Poi, Braccalenti e Buscema per Amelotti e Scaccabarozzi, infine il marchigiano Gabrielloni (Jesina) per Massacesi. Dopo 5′ di recupero, decretati da Giua di Pisa, il fischio finale: 1-0 per l’Anderlecht. Cuore e grinta messi in campo non sono bastati: adesso sarà importante resettare e ricaricare le pile in vista del prossimo match contro la Reggina che si giocherà mercoledì 13 febbraio alle ore 15:00.

Nel pomeriggio, sul campo “centrale” dove giocavano Juventus e Maribor (4-1 per i bianconeri) il giuramento è stato letto da Pessotto che, all’ultimo, ha sostituito il designato El Shaarawi impossibilitato, per la neve, a raggiungere il campo.

RAPPRESENTATIVA SERIE D – ANDERLECHT 0 – 1
Rappresentativa Serie D: (4-4-2) Casapieri (94-Lucchese); Accardo (94-Torres), Pessagno (94-Fidenza), Sirigu (94-Budoni), Dominici (94-Vis Pesaro); Massaccesi (93-Real Spal) 39’st Gabrielloni 94-Jesina), Amelotti (93-Pro Sesto) 16’st Buscema (94-Ragusa), Ridolfi (94-Vis Pesaro) 1’st Picascia (94-Foggia), Scaccabarozzi (94-Olginatese) 16’st Braccalenti (94-Sansepolcro); Bussi (93-Sandonajesolo) 1’st Idromela (94-Arezzo), Gatto (94-Taranto). A disp: Cristofoli (94-Legnago), Pulci (94-Ischia), Ferrè (94-Seregno), Galelli (96-Darfo Boario), Irprati (94-Virtus Vecomp Verona), Armeno (94-Ischia), Spacca (94-Amiternina).
Anderlecht: (4-3-3) Roef, D’Alberto, Heylen, Mbemba, Lukaku, Dendoncker (40’st Soumare), Diarr (27’st Jaadi), Daf, Alvarez (17’st Henen), Tarfi, Acheampong. A disp: Cekerezi, De Wilde, Carvalho, Kindermans. All: Peteers
Arbitro: Antonio Giua di Pisa
Marcatori: 45’pt rig. Heylen (A)
Ammoniti: Alvarez (A)
Espulso: Pessagno (R) al 44′ pt
Recupero: 1’+ 3′

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>