Al Rossini venerdì Milenkovich suona Čaikovskij

di 

12 febbraio 2013

Stefan Milenkovich

Stefan Milenkovich

PESARO – Due delle pagine più note del sinfonismo europeo si affiancano, venerdì 15 febbraio, alle 21, sul palcoscenico del Teatro Rossini, in questo suggestivo appuntamento con la FORM, che affianca un giovane ma ormai applauditissimo direttore italiano a un talento virtuoso dell’ultima generazione violinistica. Nelle loro mani uno dei più difficili concerti per violino di tutti i tempi e la prima delle ultime sinfonie viennesi del genio di Salisburgo.

 

STEFAN MILENKOVICH

Talento precoce, ha vinto il primo premio alla Jaroslav Kozian International Violin Competition all’età di sette anni. All’anno successivo risale il suo debutto discografico, cui fanno seguito concerti in tutta Europa, Israele, Estremo Oriente, Sudamerica, Cina e Australia. Ha vinto diversi concorsi internazionali; ha poi ottenuto la medaglia d’argento al Paganini di Genova, al Concorso di Indianapolis, al Tibor Varga in Svizzera e la medaglia di bronzo al Queen Elizabeth e alla Yehudi Menuhin Competition. Ha suonato come solista con prestigiose orchestre; è stato protagonista di diverse trasmissioni televisive e radiofoniche in America e in Giappone e ha realizzato numerosi dischi col repertorio più celebre, da Paganini alle Sonate e Partite di Bach ai concerti di Mendelssohn e Kabalevsky. Nell’ambito della musica da camera è invitato regolarmente alle Jupiter Chamber Music Series ed è fondatore e membro del Corinthian Piano Trio e, più recentemente, del Formosa Quartet. Impegnato nella didattica, nel 2002 è stato assistente di Itzhak Perlman alla Juilliard e al De Lay Institute, di New York, prima di accettare l’attuale incarico di Professore di violino all’Università dell’Illinois Urbana-Champaign (USA). È impegnato anche in cause umanitarie e nel 2003 gli è stato attribuito a Belgrado il riconoscimento Most Human Person. Ha inoltre partecipato a numerosi concerti patrocinati dall’UNESCO a Parigi, esibendosi al fianco di Placido Domingo, Lorin Maazel, Alexis Weissenberg e Sir Yehudi Menuhin.

 

La Stagione Concertistica di Pesaro a cura dell’Ente Concerti è realizzata in collaborazione con il Comune di Pesaro, Assessorato alla Cultura ed il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Giunta Regionale, Fondazione Cassa di Risparmio e Banca Marche.

Biglietteria del Teatro Rossini: Mercoledì 13 e Giovedì 14 febbraio dalle 17 alle 20; Venerdì 15 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 17 fino all’inizio del concerto. Platea e posto di palco di I e II ordine 20€; posto di palco di III ordine 15€, ridotto 12€; posto di palco di IV ordine 12€, ridotto 10€; loggione 7€; family ticket €40

Info:Ente Concerti 0721.32482 – Teatro Rossini 0721.387621 www.enteconcerti.it  info@enteconcerti.it.

Venerdì 15 febbraio 2013, ore 21
Teatro Rossini, Pesaro
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Giampaolo Maria Bisanti direttore
Stefan Milenkovich violino
P. Čaikovskij Concerto op. 35 per violino e orchestra
W. A. Mozart Sinfonia n. 39 in do magg. K. 543
D. Gasparini Snowise, snowhere, snoway, snowsense

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>