Molo di levante tappezzato di scritte xenofobe

di 

20 febbraio 2013

PESARO – Forse credono di essere i proprietari del molo. Anonimi che hanno lasciato un messaggio di inequivocabile xenofobia.

Porto

Una delle scritte apparse al porto

L’hanno scritto in italiano, senza accompagnarlo con la solita parola tedesca che fa tanto nazismo: RAUS. La scritta ha sporcato il bel murale che racconta scene di vita di chi anima il porto, pescando, lavorando. Non si capisce, però, se il messaggio è generalizzato, indirizzato quindi a tutti gli stranieri non europei, oppure se a qualche extacomunitario che frequenta il porto. In quest’ultimo caso si tratta di lavoratori impegnati nell’attività legata alla  pesca. Una presenza importante. Dubitiamo che il “popolo del porto” avrebbe invitato gli extracomunitari ad andare via. Un perentorio invito ribadito con un altro cartello incollato, fino a qualche giorno fa, all’entrata del cantiere sul molo di levante.

 

Un'altra scritta ad opera di xenofobi al porto di Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>