Vis – Angolana 0-1. Puntura fatale… di Vespa

di 

24 febbraio 2013

VIS PESARO – RENATO CURI ANGOLANA 0-1

VIS PESARO (4-2-3-1): Foiera; Boinega, Paoli, Santini, Dominici; Omiccioli (42′ st Tartaglia), A.Torelli; Rossini, Ridolfi (19′ st Bianchi), Bugaro (1′ st Di Carlo); Vicini. A disp.: Francolini, Tonucci, Pangrazi, G. Torelli. All. Magi

RENATO CURI ANGOLANA (4-2-3-1): Angelozzi; Spoltore, Scampamorte, Ferrante, Cancelli; Ferraresi, Farindolini (33′ st Ranauro); Ligocki, Vespa (45′ st Didonato), Pagliuca; D’Ancona. A disp.: De Falviis, Natalini, Gambacorta, Musilli, Boi. All. Miani

ARBITRO: Marini di Trieste

MARCATORI: 32′ st Vespa (RCA)

NOTE: spettatori 400 circa, Ammoniti: Boinega (V), Farindolini (RCA) Angoli: 3-0 Recuperi: pt 0′, st 3′

 

Vis Pesaro-Atletico Trivento, Andrea Omiccioli

Omiccioli in campo dal 1'

PESARO – Ventuno giorni dopo l’ultima partita giocata in campionato (vittoria per 2-0 sul San Nicolò), dopo la sosta obbligata per l’impiego di Ridolfi, Torelli e Dominici al Torneo di Viareggio con la Rappresentativa di Serie D, la Vis torna in campo contro la Renato Curi Angolana. Saranno 7 giorni tosti: si gioca oggi, mercoledì si va a Celano per il recupero di campionato e domenica altra trasfertona a Civitanova. Senza Cremona squalificato e con l’intera linea difensiva titolare diffidata mister Magi, in onore al Gianni Brera più fondamentalista, fa pretattica e dopo aver annunciato il 4-4-2 per tutta la settimana rimanda Pezzullo con la Juniores e vara dal primo minuto il 4-2-3-1 con Omiccioli all’esordio dal 1′ in regia con Alberto Torelli, e Ridolfi a ridosso dell’unica punta Vicini.

 

L’Angolana, in serie positiva da 5 turni (3 vittorie e 2 pareggi) è salita a Pesaro con 20 giocatori: rimasti a casa i lungodegenti De Matteis, Manuel Miani e Ricci più, all’ultimo minuto, Forlano (autore del gol decisivo con l’Isernia) e rimasto a casa dopo l’intervento subìto al setto nasale. Rientra dopo la squalifica l’ex Ebolitana D’Ancona, schierato come unica punta con Vespa alle spalle.

 

Per i bookmakers di Stanleybet la vittoria della Vis era data per molto probabile. Quasi si ignorasse la pericolosità di un’Angolana che in trasferta ha già vinto 4 partite e negli ultimi 8 turni ha avuto una media promozione.

 

La cronaca

 

9′ Ridolfi controlla su appoggio di Vicini, tunnel a un difensore pescarese, palla per Torelli che dal limite rasoterra. Palla strozzata. Fuori.

Squadra a specchio.

15′ Boinega cucchiaio alla Pirlo per Ridolfi che converge e trova Bugaro ma in fuorigioco all’interno dell’area

17′ duettano Ridolfi e Boinega, sul centro destra, ridolfi prova il destro secco sul primo palo: Angelozzi devia in angolo. Bugaro va alla battuta: Dominici prova, senza riuscirci pienamente, una semirovesciata stilisticamente bellissima. Meno nell’esito.

 

20′ Magi inverte: Rossini a sinistra, Bugaro a destra che aziona subito una tonnara in area pescarese: Ridolfi tura a colpo sicuro, respintra, sulla palla arriva Vicini che tenta due volte, parata e respinta da Angelozzi, infine Omiccioli dal limite: parata. Il portiere Angelozzi e il difensore Scampamorte sono un muro ma queste occasioni, se vuoi vincere, devono essere concretizzate.

La Vis appare troppo macchinosa sulla trequarti e, giocando con una punta come Vicini che da asolo non fa reparto, devi portare su più uomini se vuoi creare problemi alla difesa pescarese. Passata la paura, la Renato Curi ci prova sulla sinistra con le avanzate di Spoltore, punge (è il caso di dirlo) con Vespa che retrocede per trovare palloni giocabili e con i piedi educati che si ritrova riesce sempre a sfornare soluzioni efficaci e con lo sgusciante Pagliuca prima sfiora il bingo con un destro a giro dai 25 metri (alto di poco, 34′), poi fa secco Boinega sulla sinistra mettendo in mezzo per D’Ancona anticipato da san Paoli e poi si guadagna una punizione che Ferraresi affetta di pochissimo a lato sul primo palo di Foiera (38′). La Vis chiude il tempo in difficoltà: Ridolfi va a fiammate ma non basta. Tra i 5 under in campo, Rossini e Bugaro incidono poco.  Mister Magi manda a scaldare Di Carlo: il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo:

Entra Di Carlo, fuori Bugaro.

4′ Di Carlo a destra: tiro cross che taglia l’area.

Ammonito Boinega: era in diffida. Salterà

13′ Ferraresi si libera centralmente al limite dell’area e gira di destro poco alto sopra la traversa.

19′ st entra Bianchi per Ridolfi, la Vis resta col 4-2-3-1 con Rossini a ridosso di Vicini e Bianchi esterno alto a sinistra.

Bianchi mette subito in mezzo, Vicini anticipato in angolo.

 

22′ Dirompente percussione di Di Carlo che serve in Area Rossini che mette in mezzo, viene murato, recupera palla e serve a centro area Vicini che sbilanciato spara alto sopra la traversa. La Vis passa al 4-4-2 classico con Rossini, in attacco, in coppia con Vicini

 

30′ st Ligocki svirgola da buona posizione, su azione pressante dei suoi, dopo palla persa da Di Carlo in fase di impostazione affrettata.

 

GOL: 0-1. Al 32′ super assolo di Vespa che, su assist di Ancona sul filo del fuorigioco, salta per due volta Paoli e Santini, converge e risalta Paoli e Santini, creandosi lo spazio sul primo palo dove fa secco Foiera con un preciso rasoterra: 0-1

 

42′ La fotografia della partita: Paoli contrasta pulito Ferraresi rischiando però il giallo, Omiccioli serve morbido in profondità Bianchi che sulla sinistra mette in mezzo, la palla taglia tutta l’area ma nessuno interviene.

43′ Esordio per Tartaglia: esce Omiccioli

Finisce dopo 3′ di recupero: Vis-Angolana 0-1. Decide il gran gol di Vespa viziato, però, dalla posizione dubbia iniziale di D’Ancona.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>