Vis, Vespa e quell’insostenibile leggerezza dell’attacco

di 

24 febbraio 2013

PESARO – Quasi scontato, per i titolisti, dire che è bastata una puntura di Vespa per bucare una Vis già sgonfia di suo. Quasi normale aspettarsi che nel “porta a porta” andato in onda al Benelli, oggi pomeriggio, il campanello lo suonasse uno che si chiama Vespa. E quasi masochistico ricordare che Stanleybet aveva previsto una vittoria della Vis quasi sicura, quotandola a 1.69.

La verità è che un pareggio, probabilmente, sarebbe stato il risultato complessivamente più giusto. L’ha ammesso anche mister Miani, tecnico dell’Angolana giunta al sesto risultato utile consecutivo e che di pareggi, a dir la verità, ne ha fatti in questa stagione meno di tutti (appena 4).

La Vis Pesaro è partita benino, cercando più volte il gol, sfiorandolo anche clamorosamente (come al 19′, quando Ridolfi, Vicini e Omiccioli, in serie, nella stessa azione, per quattro volte non hanno saputo gonfiare la rete) ma senza dare mai realmente l’idea di essere padrona della situazione. Anzi. Troppi tocchi sbagliati, troppi avvitamenti, poca concretezza, poco movimento senza palla, squadra nettamente sotto ritmo.

L’Angolana, fin dai primi minuti, pur rischiando in alcune occasioni la capitolazione, ha sempre giocato e fatto giocare, cercando invece di pungere ogni volta con rapide ripartenze e due linee (quella difensiva e quella a due, mediana, composta da Ferraresi e Farindolini) brave a togliere ossigeno a Ridolfi. Magi, in onore alla pretattica più sfrenata, dopo aver annunciato in settimana il 4-4-2 , si è presentato con un 4-2-3-1 con l’esordio stagionale dal 1′ di Omiccioli in cabina di regia insieme a Torelli, con lo stesso Ridolfi sguinzagliato a ridosso dell’unica punta Vicini (Cremona era squalificato). Ne è venuta fuori una Vis via via impalpabile e macchinosa, sempre seconda su ogni pallone, incapace di trovare lo spunto giusto e annebbiata sotto porta. Più che una questione tattica, una situazione fisica ma comunque non favorita, sicuramente, dal nuovo modulo (che per esaltarsi ha bisogno di un Ridolfi in palla e due esterni, non come oggi, costantemente sul pezzo).

Le squadre durante l'ingresso in campo

Molti, troppi giocatori oggi sottotono per non puntare il dito sui 21 giorni di stop forzato. Che si sia sbagliato qualcosa nella gestione della preparazione, in considerazione di allenamenti effettuati sui campi pesanti, diciamo pure impossibili, di questi giorni? Mercoledì, nel recupero di Celano, una prima risposta.

Per il resto, bene (come sempre) la difesa. Perché sul gol di Vespa, innescato da una volata di D’Ancona partito forse in posizione dubbia, c’è prima di tutto da applaudire la doppia finta del fromboliere pescarese: finta, controfinta e puntata micidiale sul primo palo dove Foiera non è arrivato. Chiaramente, se nel primo tempo uno tra Ridolfi, Vicini e Omiccioli l’avesse messa dentro, nella tonnara d’area verificatasi al minuto 19, qualcosa di diverso forse si sarebbe visto. La Vis, invece, si è via via accartocciata su se stessa, soffrendo la poca mobilità di Vicini e la scarsa verve, presenza e cattiveria agonistica di Bugaro e Rossini (che comunque ha fatto qualcosina in più del collega). Magi ha provato a far vibrare la squadra inserendo Di Carlo (buon impatto: lui sicuramente è più attaccante di Bugaro) e poi Bianchi (altro buon impatto, come esterno di sinistra) ma, alla fine, l’assenza di Cremona è stato un peso insostenibile. Peccato, una vittoria (in attesa della decisione del giudice sportivo sul caso Bellucci) sarebbe stata pesantissima in termini di classifica. Ma non c’è tempo per piangere sul latte versato: mercoledì si va a Celano, domenica a Civitanova (con Boinega squalificato). Servirà una Vis migliore.

Un ultimo dato: oggi, al Benelli, nonostante un sole tiepido, si sono contati solo 89 spettatori paganti. E non veniteci a dire che erano tutti a votare…

Per leggere la cronaca clicca qui: http://www.pu24.it/2013/02/24/vis-pesaro-angolana-0-0-gli-aggiornamenti/

I RISULTATI DELLA GIORNATA

 

Amiternina-Astrea 1-1
Città di Marino-Celano 0-1
Fidene-Ancona 1-0 
Isernia-Olympia Agnonese 2-2
Recanatese-Jesina 1-1
San Nicolò-San Cesareo 2-4
Sambenedettese-Maceratese 2-2
Termoli-Civitanovese 2-1
Vis Pesaro-Renato Curi Angolana 0-1 

Classifica
San Cesareo 51
Sambenedettese 48
Maceratese 45
Termoli 42
Ancona 41
Agnonese 37
Vis Pesaro 36
Astrea 36
Jesina 36
Fidene 32
Angolana 31
Civitanovese 28
Isernia 28
Amiternina 23
Celano 23
Recanatese 18
Città di Marino 15
San Nicolò 15

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>