Kgs, attenta a Natalia, una cara amica

di 

9 marzo 2013

PESARO – La Kgs recupera Cristina Chirichella, che però difficilmente sarà schierata in sestetto da coach Pistola, e disputa una delle partite più difficili che può riservarle il calendario. A Pesaro è in arrivo la Volley 2002 Bologna Forlì, una delle squadre più in forma della serie A1. Era il fanalino di coda, la Cenerentola che mai si sarebbe permessa di sognare il matrimonio con il principe (la salvezza), avendo perso, causa infortunio, la sua giocatrice migliore, Marina Cvetanović. Eppure, in una stagione che non prevede retrocessioni, la società nata dall’accordo tra Bologna e Forlì ha ingaggiato Tina Lipicer Samec e poi anche l’ex colibrì Natalia Guadalupe Brussa, 28 anni compiuti lo scorso 13 febbraio.

Uno splendido primo piano di Natalia Brussa dopo il primo scudetto (Foto Marco Landini per Robursport)

Portata in Italia dall’Icot Forlì nella stagione 2003/2004, ha giocato a Pesaro dal 2007/08 al 2008/09. Due stagioni, tanta panchina, ma altrettanta stima da parte dei tifosi pesaresi, in particolare dei Balusch.

Chissà quanti ricordi…

“Tantissimi. Ogni volta che vengo a giocare a Pesaro, per me è come tornare a casa. I Balusch sono cresciuti con noi. Tutti insieme, abbiamo dato vita a un gruppo gigante, composti da società, staff tecnico, atlete e tifosi. I Balusch sono davvero stupendi: ogni volta che gioco contro la Robur, tifano anche per me… E’ bellissimo, come è bellissima l’amicizia che si è creata e che va al di là dello sport… Sì, giocare la partita di domenica sarà una grande gioia”.

E’ arrivata a Bologna dopo lo scioglimento dell’Universal Modena, dove era la riserva di Agüero, ma quando coach Cuello l’utilizzava rispondeva sempre positivamente.

“Modena aveva costruito una squadra di alto livello. Davanti a me c’era Agüero, non una qualsiasi, una stella del volley italiano. Io ero dietro, ma cercavo di fare il mio. Una scelta fatta per crescere ancora accanto a una persona come lei. Da Agüero ho ricevuto insegnamenti tecnico-tattici, ma anche furbizia da aggiungere al mio bagaglio di giocatrice. Purtroppo, l’avventura è finita presto, ma credo di avere imparato tantissimo, anche di testa”.

La sua presenza ha avuto subito un impatto notevole per le sorti della Volley 2002: 15 punti a Bergamo, in una partita (persa 3-2 dopo essere andate avanti 2-0) che potevate fare vostra.

“E’ vero, ma per noi è stato come vincere. Poi è chiaro che quando arrivi a un passo dal successo avresti voluto vincere. Però ci sono mancati i meccanismi giusti, quelli che altre squadre hanno messo insieme da agosto, mentre noi lavoriamo insieme solo da un paio di settimane. Eppure siamo andate vicino al successo, perdendo solo al tie-break. Ma ho parlato con le ragazze e ho detto loro che dobbiamo essere consapevoli che non si costruisce tutto in un giorno, che si rischiano anche figure non belle, ma il nostro obiettivo è crescere per i playoff. Poi si vedrà…”.

Intanto, però, avete sconfitto Chieri e fatto soffrire Piacenza.

“Nessuno credeva più che noi potessimo vincere in trasferta. E magari è la stessa Chieri l’ha pensato fermandosi alla nostra classifica, ai soli quattro punti, mentre loro erano terze. Ne abbiamo approfittato, e vogliamo cogliere tutte le opportunità. Sarà difficile, ma state pure certi che daremo sempre il mille per mille, perché vogliamo dimostrare il nostro valore”.

Insomma, due trasferte e quattro punti: lei ha le mani sante… Lo meritava, dopo le sofferenze di Modena. E adesso torna a Pesaro, che ha affrontato già due volte. Quindi può dare un giudizio autorevole sulla Kgs.

“E’ una squadra che sa giocare con intelligenza, una squadra furba che ha in Kenny Moreno Pino un’attaccante molto forte. Non è una squadra dalla mano pesante, dal colpo fortissimo, però gioca e rigioca e sembra non stancarsi mai. A parte la tecnica, e io conosco bene Valentina Tirozzi, Pesaro ha l’incredibile capacità di metterti in difficoltà, anche grazie a un grande libero qual è Monica De Gennaro. Per noi non sarà facile e non ho alcun dubbio che per tornare a casa vittoriose dovremo essere sveglie, con gli occhi bene aperti su tutti i palloni. Il mio pronostico? Sarà una bellissima partita. Noi siamo ancora giù in classifica, ma stiamo crescendo”. Kgs avvisata…

Si gioca domenica, alle ore 16 al PalaCampanara per evitare la concomitanza con Scavolini-Enel Brindisi (Adriatic Arena, ore 18,15). Le altre partite dell’ottava giornata: Foppapedretti Bergamo – Banca Reale Yoyogurt Giaveno (sabato, ore 20, diretta Rai Sport 1); Duck Farm Chieri Torino – Imoco Conegliano (sabato, ore 18); Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Chateau d’Ax Urbino (domenica ore 18, diretta su Sportube 2); MC Carnaghi Villa Cortese – Unendo Yamamay Busto Arsizio posticipata al 21 marzo alle ore 20,30 per l’impegno delle bustocche alle Final Four di Champions League. Nei fatti domenica si disputano due sole partite, alle ore 16.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>