Mamma mia come gioca questa Vis… LE FOTO

di 

10 marzo 2013

PESARO – “Ma come i gioca ‘sti ragaz…”. L’esclamazione, verace,  arriva dalla tribuna e si confonde tra i “Viiis, Viiis” che si alzano all’unisono come avveniva ai bei tempi della Serie C. Siamo alla mezz’ora della ripresa e la Vis sta vincendo 2-0 contro la capolista San Cesareo. E’ amore vero: la banda biancorossa, così giovane (a Civitanova con 6 under dal 1′, contro la capolista San Cesareo erano 5), che gioca così bene, che ha imparato a soffrire, riorganizzarsi e ripartire, è qualcosa che scalda i cuori di tutti i presenti. Oggi, al Benelli, nonostante un tempo che pareva uscito da un film sui vietcong (caldo e pioggia continua), c’erano quasi 1000 spettatori. E chi è rimasto a casa si è perso un gran spettacolo. A partire dai gol: una incornata mortifera di Rossini per l’1-0 e una botta al volo di “Quagliarella” Di Carlo, un destro di rabbiosa precisione,  valevole il 2-0. Ma non solo: almeno altre 3-4 occasioni nitide sventate da Del Duchetto e un palo, clamoroso, battezzato da Alberto Torelli su torre di capitan Paoli. A proposito di capitan Paoli: la difesa della Vis, attualmente, è un’entità compatta quasi insuperabile con le sue sole 17 reti subite (migliore retroguardia del girone, terza a livello italiano). Oggi ha anestetizzato l’attacco esterno più forte del campionato nonostante l’assenza di Dominici (problema alla caviglia) e, per Paoli, a ogni anticipo sul bomber laziale Tajarol, il Benelli ha dedicato applausi a scena aperta. C’è molto di mister Magi in questa squadra che, alla seconda vittoria di fila, adesso non si pone limiti: corre (bravo il preparatore Carotti), gioca, ha un’identità precisa nonostante la giovanissima età media, dimostra maturità e ora riesce a far male anche sotto porta. Per capirici: il San Cesareo era in formazione praticamente tipo, arrivava da tre vittorie di fila, in questo campionato ne aveva spiattellati 4 all’Ancona e 3 alla Samb. E nei primi 20 minuti aveva provato a fare il diavolo a quattro. La difesa della Vis, però, ha saputo reggere e, quando non è riuscita a bloccare Siclari e compagni, ci ha pensato un Foiera versione deluxe.

Per Rossini è stata la terza rete in due partite, per Di Carlo invece il bingo ha coronato una prestazione di grandissima sostanza come primo tampone in fase di non possesso. Bene, molto bene, anche Bugaro: nonostante un campo pesante e una pioggia fastidiosa pure dalla tribuna (immaginate in campo), il laterale ex San Marino ha dato una paio di scosse nel primo tempo battendo di gran lunga il dirimpettaio Tarantino e poi nella ripresa ha dato il via all’azione che ha portato l’amico Di Carlo a timbrare il 2-0.

Adesso, si va a Termoli con il sesto posto in campionato che, con i tre punti del caso Bellucci, potrebbe diventare quarto a tre punti dalla Maceratese….

Per leggere la cronaca della partita minuto per minuto clicca qui: http://www.pu24.it/2013/03/10/vis-pesaro-san-cesareo-0-0-gli-aggiornamenti/

 

Girone F

Amiternina-Jesina 1-1 (Boccino, Carnevali)

Città di Marino-Termoli 1-3 (19′ pt Panariello, Singleton, Miani, 45′ st Bartolini)

Fidene-Civitanovese 1-1 (25′ pt Selva, 31′ pt Nardone su rigore)

Isernia-Maceratese 0-0

Recanatese-Ancona 2-0 (36′ pt Cavaliere, 43′ st Rossi)

Renato Curi Angolana-Astrea 0-2 (8′ pt Mollo, 43′ st Sorrentino)

Sambenedettese-Celano 3-0 (18′ pt Napolano, 21′ pt Forgione, 13′ st Forgione)

San Nicolò-Olympia Agnonese 1-1 (Paris, Sivilla, Keita)

Vis Pesaro-San Cesareo 2-0 (34′ pt Rossini, Di Carlo)

 

Classifica

San Cesareo 54

Sambenedettese 54

Maceratese 49

Termoli 45*

Ancona 44

Vis Pesaro 43

Olympia Agnonese 43

Astrea 40

Jesina 35

Fidene 33

Angolana 32

Isernia 30

Civitanovese 29

Amiternina 27

Celano 24*

Recanatese 21

San Nicolò 16

Città di Marino 15

 

* una gara in meno

 

LE FOTOGRAFIE DELLA PARTITA:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>