Vis – S. Cesareo 2-0: Di Carlo! Gli aggiornamenti

di 

10 marzo 2013

VIS PESARO – SAN CESAREO 2-0­

VIS PESARO (4-4-2): Foiera; Boinega, Paoli, Santini, Bianchi; Rossini, Ridolfi, A. Torelli, Bugaro (16′ st G.Torelli); Cremona, Di Carlo (44′ st Pezzullo). A disp.: Mumuni, Dominici, Pangrazi, Bottazzo, Vicini. All. Magi

SAN CESAREO (4-2-3-1): Del Duchetto; Tarantino (6′ st Vona), Galluzzo (22′ st Del Vecchio), Crescenzo, Bernardi; D’Andrea, Mancini; Siclari, La Rosa, Delgado (26′ st Mucciarelli); Tajarol. A disp.: Bravetti, Cossa, Sabatino, Hrustic. All. Ferazzoli

ARBITRO: Bertani di Pisa

MARCATORI: 33′ pt Rossini, 2′ st Di Carlo

NOTE: Spettatori 800 circa (224 paganti), con una cinquantina di tifosi laziali al seguito per un incasso di 2.483 euro. Ammoniti: Tarantino (SC), Cremona (V), Rossini (V), Santini (VP), Del Vecchio (SC), Tajarol (SC). Angoli: 2-6. Recuperi: pt 2′, st 3

 

 

PESARO – Giornata pazza, temperatura primaverile, 19-20 gradi, ma pioggia insistente che ha reso scivoloso il fondo dello stadio Tonino Benelli. Spettatori 800 circa, tra i quali una cinquantina di tifosi laziali e, in tribuna, osservatori di Bari, Padova e Sampdoria. Questi gli ingredienti di Vis Pesaro-San Cesareo, lo scontro la tre le due squadre che probabilmente giocano il miglior calcio del girone. Nella Vis fuori, oltre all’infortunatio Omiccioli, anche l’under Dominici. Una mossa a sorpresa (si scoprirà poi dettata da un problema alla caviglia patito dall’under in settimana e celata, abilmente, dallo staff biancorosso): al suo posto, come esterno basso di sinistra, giochwerà Fabio Bianchi. Per il San Cesareo, invece, unidici confermato con Mucciarelli inizialmente in panchina.

Vis Pesaro in vantaggio con Rossini al minuto 33: cross col contagiri di Santini, perfetto lo stacco dell’under pesarese che indovina l’angolo alla destra di Del Duchetto per l’1-0. Per Rossini terzo gol in due partite, dopo la doppietta di Civitanova. Reazione immediata del San Cesareo: uno-due Siclari-La Rosa, parata di Foiera in angolo. Partita viva, scoppiettante, anche se condizionata da una pioggia insistente, quasi nebulizzata. Da segnalare un’occasione al 16′ con Delgado che dai 25 metri abbondanti ha tentato la bordata con palla finita fuori di pochissimo. Al 32′ doppia ribattuta di Foiera su Siclari sul primo palo, e poi su La Rosa in tap-in, in angolo. Sull’angolo successivo Galluzzo ha mancato l’impatto a centro area. E’ l’ultimo acuto prima del vantaggio pesarese. Più San Cesareo che Vis, comunque, in questa prima parte di gara. Ammoniti il laziale Tarantino e il pesarese Cremona. Ma la Vis Pesaro si è anche arrabbiata per una botta subita dallo stesso Cremona, pochi minuti prima, davanti la panchina di Magi, non rilevata dall’arbitro Bertani di Pisa.

Col passare dei minuti sale definitivamente la Vis Pesaro, che conquista campo e alza il baricentro. Al 41′ inserimento di Bugaro dalla sinistra, mancino sul secondo palo, che Del Duchetto devia con le unghie in angolo­.

Il primo tempo finisce con 2′ di recupero: Vis Pesaro in crescendo, la difesa ha retto l’onda d’urto laziale, Foiera ha sventato un paio di situazione altamente pericolose e Rossini, implacabile, al primo pallone utile l’ha messa dentro.

Ripresa: dopo 90 secondi arriva il raddoppio della Vis Pesaro. Un lampo: ancora Bugaro, sulla sinistra, vede e serve in area Ridolfi, tiro ribattuto, sul cuoio piomba Di Carlo, classe ’93, che con una spettacolare conclusione al volo insacca dall’interno dell’area il 2-0. Il Benelli esulta come ai vecchi tempi: questa squadra meriterebbe ben più dei 1000 spettatori scarsi di oggi.

San Cesareo tramortito, Vis Pesaro che ora vola sulle ali dell’entusiasmo. Primo cambio per Ferazzoli: fuori al 6′ Tarantino, dentro Vona. Con La Rosa spostato a esterno basso di destra e Delgado a ridosso di Tajarol. Al 7 ‘ occasionissima per lo stesso Delgado che da buona posizione calcia fuori. Poi è Foiera a deviare in angolo la stilettata bassa, sul primo palo, di Tajarol. Nulla di fatto: solo angolo.

 

Continua a piovere sul Benelli di Pesaro quando siamo giunti al 30′, e continua la Vis a vincere per 2-0 grazie alle reti di Rossini e Di Carlo, due dei 5 under in campo dal 1′ e fino al 16′ della ripresa quando mister Magi decide di richiamare Bugaro per inserire Giorgio Torelli, uno nato comunque nel 1991. La Vis Pesaro ha reclamato al 18′ per un fallo da ultimo uomo, non sanzionato dall’arbitro, ai danni di Cremona. Per il San Cesareo, in questo frangente, solo angoli. Ferazzoli ha poi tolto anche un difensore inserendo DelVecchio: per i laziali un 4-3-3 spintissimo, con il mediano Mancini al centro della difesa (solo per 10 minuti) e Mucciarelli, al rientro dopo 5 partite, inserito anche per sfruttarne i colpi di testa. La Vis Pesaro ha provato subito ad approfittarne con Giorgio Torelli che, come una scheggia, dalla sinistra è entrato in area e di pochissimo non ha inquadrato la porta con un rasoterra basso sul secondo palo. Poi è stato Boinega, al 27′, ad appoggiare di petto in area a Foiera nel bel mezzo di una mischia non proprio tranquillissima. Difesa della Vis Pesaro impeccabile: per Paoli, chirurgico in ogni intervento, applausi convinti.

Al 31′ stilettata di Cremona, dai 25 metri, parata da Del Duchetto allungato come un gatto, poi clamoroso palo pieno di Alberto Torelli su torre di testa di capitan Paoli  al 39′.  Ancora: diagonale di Bianchi che ha letteralmente affettato l’area laziale. Il 2-0 adesso sta quasi stretto alla Vis. Per il San Cesareo? Solo una bordata di Crescenzo deviata plasticamente da Foiera al 36′.

Al 44′ esordio al Benelli per Pezzulo al posto di un applauditissimo Di Carlo, ottimo in zona gol e ancora più apprezzabile come tampone aggiunto in fase di non possesso.

Finale dopo 3′ di recupero: 2-0 per i biancorossi. Il Benelli urla “Vis, Vis”. La capolista è battuta, i ragazzi di Magi prendono la rincorso e si tuffano verso il Prato. Spettacolo nello spettacolo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>