Festa Montesi: è serie D nel giorno dell’elezione di Papa Francesco

di 

15 marzo 2013

Prima Divisione Montesi Pesaro

La squadra di Prima Divisione della Montesi Pesaro

PESARO – Nella sera della fumata bianca per Papa Francesco, la Nuova Montesi Pesaro ha colto la vittoria più importante per la promozione al campionato di Serie D di volley maschile. La squadra allenata da Massimo Antonini ha dovuto aspettare un giorno per festeggiare il matematico raggiungimento dell’obiettivo. L’inseguitrice Virtus Fano non si è potuta presentare alla partita contro il Volley Mercatinese e ha perso a tavolino. Questa sconfitta ha permesso alla Montesi di allungare in classifica e con quattro giornate d’anticipo i pesaresi sono ormai irraggiungibili.

La vittoria che ha permesso alla Montesi di conquistare il primato assoluto nel campionato di Prima Divisione è arrivata contro il Bluemoon Mondolfo con un secco 3-0.

Il primo set ben gestito dai pesaresi che solo nel finale si rilassano un po’, senza lasciarsi sfuggire il parziale. Il Mondolfo però non si arrende e gioca un secondo set di coraggio e solidità. Il muro ospite fa girare a vuoto spesso l’attacco della Montesi e i pesaresi più volte devono recuperare svantaggi anche di quattro punti. Ma se nel finale del primo set Pesaro si è rilassata, nel finale del secondo ingrana la marcia giusta, quella del sorpasso e si aggiudica di fatto la partita. Il terzo parziale infatti è una pura formalità, con il capitano pesarese Renzi che trascina i compagni e si prende gli applausi a scena aperta di tutti, anche degli avversari.

La Montesi Pesaro torna quindi in Serie D dopo un anno di umile ridimensionamento. La società è voluta ripartire dal basso e dai giovani e finora il campo ha premiato questa scelta. Ora non resta che onorare il finale di stagione e tifare per le squadre giovanili impegnate nei due gironi della Seconda Divisione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>