Concessione demaniale a Marina Group, Coomarpesca: “A quando un confronto con Aguzzi?”

di 

16 marzo 2013

Marco Pezzolesi, qui sì, con tutte le principali autorità locali

FANO – “La Coomarpesca aspetta ancora di poter avere un confronto con il sindaco di Fano, magari pubblico, sulle problematiche del porto e sulla concessione dell’area compresa fra lo stabulario e il porto turistico. Ci viene sbandierato che l’Amministrazione comunale opera nella trasparenza ma noi stiamo ancora aspettando di poter accedere agli atti su questa vicenda”.

Lo afferma Marco Pezzolesi, direttore della Coomarpesca, invitando il sindaco di Fano Stefano Aguzzi a concedersi ad un incontro, insieme agli altri soggetti interessati, sulla questione della concessione a Marina Group per l’area di 35mila metri quadrati situata all’interno del porto.

“Purtroppo – commenta Pezzolesi -, riusciamo a vedere il sindaco e ad ascoltare le sue opinioni su questi fatti solo nei dibattiti televisivi locali. Speriamo che presto voglia parlare anche con noi e, soprattutto, che lui e la Giunta comunale decidano di farci visionare gli atti pubblici com’è nostro diritto. Un’azione che, indirettamente, ci permetterebbe di verificare se gli impegni assunti nel 2005 con la Coomarpesca sono stati disattesi e di far valere, appunto, i nostri diritti”. Pezzolesi ricorda che la Coomarpesca ha chiesto l’accesso agli atti sulla delibera comunale del 14 febbraio per le opere da realizzare sulla concessione demaniale a Marina Group e sulle relative pratiche urbanistiche e ha diffidato il Comune di Fano a revocare la stessa concessione visto che “la procedura seguita appare non conforme al principio generale di gestione ed utilizzo di bene demaniale”. Pezzolesi ribadisce che “il Comune e il suo primo cittadino evitano addirittura di rispondere alle rivendicazioni di una cooperativa storica qual è la Coomarpesca”. Invece, “nell’interesse  della marineria e dell’intera città – dice Pezzolesi -, sarebbe  bene che l’approfondimento si facesse non solo con il concessionario ma anche in un contradditorio alla  presenza  dello stesso Comune e della Coomarpesca, l’unico soggetto danneggiato in tutta questa storia”. Pezzolesi ricorda al sindaco “di essersi fatto garante di un accordo i cui impegni previsti sono stati rispettati esclusivamente da Coomarpesca e non dalla controparte sulle cui azioni ci viene negato di conoscere quando e come saranno attuate”. Coomarpesca, aggiunge Pezzolesi, “non mollerà e continuerà a chiedere l’esercizio di un diritto democratico che crediamo debba essere concesso, come prescrive la legge, ad ogni cittadino e ad ogni impresa, quello della trasparenza e della conoscenza su come operano gli amministratori pubblici”.

Un commento to “Concessione demaniale a Marina Group, Coomarpesca: “A quando un confronto con Aguzzi?””

  1. Walter Nicoliello scrive:

    E’ vergognoso che in una zona turistica importante come Fano, un’area così vasta costruita con denaro dei Cittadini. Con una
    grande e comoda rampa da varo e alaggio, E lo spazio per la sosta di barche e carrelli. Sia stata data in concessione a una
    Società privata. Non per gestirla al meglio per tutti i Cittadini, ma per chiuderla per quasi un decennio. Obbligando di fatto a usare solo le proprie strutture private. Anteponendo il proprio tornaconto all’interesse generale. L’amministrazione Comunale è sicura
    di non aver oltrepassato il limite della decenza nel favorire un gruppo privato , a danno dei cittadini ( veri proprietari ) che
    hanno pagato con le loro tasse quest’opera?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>