Fano dei Quartieri: “Strade pietose, Severi si dimetta”

di 

16 marzo 2013

Da Gianluca Cespuglio, portavoce de La Fano dei Quartieri, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato corredato di foto esplicative:

 

FANO – Interveniamo su sollecitazione di tanti cittadini per portare in evidenza quello che ormai è sotto gli occhi di tutti e che riguarda lo stato a dir poco vergognoso in cui versano le strade del Comune di Fano.

Che la passata gestione, particolarmente maldestra, avesse toccato il fondo ne eravamo convinti, ma che vi fosse persona in grado di fare peggio non ce lo saremmo mai aspettato e di questo va purtroppo dato il triste merito all’assessore Riccardo Severi riuscito nell’impresa di peggiorare una situazione già gravemente compromessa con la quale tutti noi cittadini giornalmente dobbiamo fare i conti sia in termini di rischio per la propria incolumità sia per i costi da sostenere per i continui danni subiti dai nostri veicoli.

Le scusanti in merito al patto di stabilità e/o scarsità di fondi non reggono più. Il Re è nudo!
I cittadini si stanno sempre più rendendo conto dell’inadeguatezza di questa classe politica sempre più attenta a curare il proprio orticello ed i privilegi degli appartenenti alla casta piuttosto che curare gli interessi e la sicurezza della cittadinanza.

Innumerevoli i casi che potremmo citare, ma ne prendiamo uno su tutti ad emblema di come vengano spesi i soldi pubblici e che riguarda strade a poca distanza l’una dall’altra con la sola differenza che: una porta alle abitazioni di onesti cittadini lavoratori, esasperati; l’altra a casa dei soliti noti, gaudenti; lasciando dunque al lettore “l’arduo compito” di distinguere dove conduca l’una e dove l’altra.

 

Ci rivolgiamo dunque all’assessore Riccardo Severi del quale in passato abbiamo apprezzato il gesto di pagarsi, di tasca propria, viaggi simil istituzionali negli Stati Uniti ed al quale dunque ora chiediamo di intervenire, per parità di trattamento e dignità, anche nella strada qui segnalata (zona Carignano), non certo pagando di tasca propria l’asfaltatura, ma restituendo alla collettività l’indennità da lui percepita in qualità di assessore vista la manifesta inadeguatezza nell’assolvere la delega assegnatagli e con gesto di altrettanta correttezza dimettersi dalla carica di assessore per tornare a fare, ci auguriamo a tempo pieno, il suo lavoro per il quale ne riconosciamo preparazione e competenza.

La Fano dei Quartieri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>