Habemus asfalto. Ma non per tutte le strade…

di 

17 marzo 2013

FANO  – Da mercoledì scorso sono partiti i tanto attesi lavori di asfaltatura a Fano: 12 chilometri per il primo stralcio, un milione di euro il costo e una lunga serie di vie pronte ad essere finalmente ricoperte. Tutto ok? Non proprio. Perché per una scelta dell’Amministrazione comunale le  strade, almeno in questo primo stralcio, saranno asfaltate a pezzi. Ovvero: sarà data prevalenza alle strade maggiormente utilizzate e, all’interno di esse (e qui sta la novità), solo a quei tratti più usurati. Quindi, ci troveremo di fronte a lavori che sostanzialmente tamponeranno (sebbene in maniera un po’ più ampia) per l’ennesima volta solo una situazione arrivata oggettivamente, tra asfalto nuovo, vecchio, rattoppi e buche ai limiti (e forse oltre) per automobilisti, motociclisti e ciclisti. I soldi sono pochi, lo sappiamo: ma siamo sicuri che procedendo sempre a pezzi sia la soluzione migliore? Cercando di accontentare tutti, o quasi, a volte non si accontenta nessuno (o quasi).

Senza considerare che oltre all’asfalto, in molte zone di Fano, è completamente assente (perché usurata) la segnaletica orizzontale su strada, le piste ciclabili sono spesso riassunte a una mano di vernice gialla a lati della carreggiata senza barriere o protezioni e, i rallentatori di traffico, anche nei pressi delle scuole o chiese (vedi San Lazzaro) sembrano pratiche futuristiche sconosciute…

Le principali strade interessate sono: via 4 Novembre, via Palazzi, via Roma, via Dell’Abazia, via Pertini, viale Piceno, via Pisacane, viale 12 Settembre, Via della Trave, Via della Giustizia, via Morganti, via Nazzario Sauro, rotatoria via Soncino… L’asfaltatura, a tratti, nei piani dell’Amministrazione sarà poi completata successivamente. Insomma, per rivedere una strada interamente asfaltata, da cima a fondo, bisognerà aspettare ancora.

LE BUCHE DI FANO: (non) CI PIACE RICORDARLE COSI':

*anche perché per molto tempo ancora ci dovremo convivere

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>