Magi imbufalito: “Perso per l’arbitro, meritiamo rispetto”

di 

17 marzo 2013

Peppe Magi al Del Conero

Peppe Magi

TERMOLI (Campobasso) – Dopo il rovescio di Termoli, propiziato da un evidente errore arbitrale che ha concesso ai molisani un rigore inesistente, Peppe Magi è imbufalito. “Faccio come Antonio Conte: il penalty era netto, solare, clamoroso, e Boinega andava anche espulso”. Poi abbandona l’ironia: “A parte le battute, dico che siamo giovani ma meritiamo rispetto. Una volta tanto va detto: abbiamo perso la partita per colpa di un arbitro senza personalità, caduto nel tranello dei calciatori avversari e condizionato dall’ambiente”.

E poi ancora: “Non posso imputare niente ai miei ragazzi. E’ stato il rigore a rilanciare il Termoli, che fin lì non era stato in grado di fare un tiro in porta o quasi. Loro erano a favore di vento, ma fino all’episodio incriminato avevamo chiuso loro ogni spazio. Poi è vero, nel finale abbiamo sofferto, ma a quel punto l’aspetto psicologico dei miei era compromesso”.

L’allenatore del Termoli Domenico Giacomarro: “Vittoria meritata la nostra, contro una signora squadra come la Vis, che ha provato a giocare a calcio così come noi. Il rigore del 2-2? Ho visto il difensore entrare in scivolata… se l’arbitro ha dato rigore non possiamo che esultare”.

Alessandro Boinega, difensore della Vis: “D’Angelo ha preso palla e l’ha spostata ma io sono riuscito a portargliela via pulita pultia – dichiara il diretto interessato – Quando ho sentito il fischio dell’arbitro non potevo crederci… non avevo nemmeno la forza di protestare. Il presidente dei molisani dice di voler vincere il campionato e ha ragione… con questi episodi a favore è giusto che ci credano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>