Hickman, una schiacciata come con Cantù

di 

19 marzo 2013

PESARO – Dopo avere visto all’opera Ricky Hickman nell’ultima partita delle Top 16 di Eurolega, vinta (80-79) dal Maccabi sul Khimki, non è stato facile restare sintonizzati sulla gara che la Scavolini ha giocato (ha giocato?) domenica a Cantù. Ora è vero che in pochi mesi le cose sono cambiate, che acqua passata non macina più e bisogna accontentarsi di quel che passa il convento, perché c’è il rischio che si possa rimpiangere anche questo, ma la splendida prestazione di Ricky – è inutile nasconderlo – un po’ di rimpianti li lascia.

Scavolini Siviglia-Avellino, Richard Hickman

Super Ricky Hickman nella foto Marco Giardini

Dunque, il playmaker le cui giocate incantarono l’Adriatic Arena è stato assoluto protagonista nel successo dei campioni d’Israele, che dopo un avvio fallimentare nel girone a 8 di Top 16 sono tornati a sognare i playoff per l’accesso alle Final Four di Londra 2013.

Di Hickman si è occupata con attenzione l’Euroleague, che gli ha dedicato ampio spazio nel sito web.

Coach Dimitris Itoudis, il bravo allenatore greco diventato famoso nel ruolo di assistant coach di Željko Obradović, il più vincente nella massima competizione europea, ha analizzato il successo del Maccabi, sottolineando che la partita ha mostrato “un uso molto creativo da parte dei russi del post basso, con Planinić che puniva la marcatura delle guardie avversarie, decisamente più basse del play croato; la grande pressione a tutto campo esercitata dal Maccabi e concretizzata nel 24-8 degli ultimi 8 minuti del terzo quarto; l’apporto fondamentale della panchina israeliana, in particolare di Caner-Medley; il contributo di Hickman”.

Già, in 35 minuti sul parquet, Hickman ha prodotto 30 punti con 4/7 da 3, 4/9 da 2 e 10/14 ai liberi. In particolare, ha messo a segno una tripla praticamente impossibile. E una sua schiacciata ha ricordato quella messa a segno in biancorosso contro Cantù. La ricordate? Chi volesse ammirare le prodezze dell’ex beniamino di Pesaro non deve fare altro che entrare nel sito www.euroleague.net

Ricordiamo, però, che a prescindere dalla programmazione di Sportitalia, che trasmette alcune partite di Eurolega, in particolare quelle di Siena, il mondo di internet offre la possibilità di vedere tutte le partite. Basta averne voglia. A tal proposito ricordiamo che alcuni siti consentono di fare a meno dei canali satellitari a pagamento anche per il calcio di serie A. Basta collegarsi con rojadirecta oppure con zona131.com o ancora con firstrow1.eu

Buona visione!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>