“La maschera dell’uomo”, 100 cataloghi di Renzo Scopa in dono alle biblioteche del territorio provinciale

di 

22 marzo 2013

Renzo Scopa La maschera dell'uomo di Floriano De Santi

Renzo Scopa La maschera dell'uomo di Floriano De Santi

PESARO – Dopo le numerose iniziative che nel 2012 hanno visto come protagonista l’incisore e pittore urbinate Renzo Scopa a 15 anni dalla scomparsa (Urbino 1933 – Città di Castello 1997), i familiari hanno voluto donare alle 100 biblioteche del territorio provinciale il catalogo “Renzo Scopa. La maschera dell’uomo”, curato da Floriano De Santi, che mette in luce tutte le stagioni creative dell’artista, a partire dall’apprendistato alla Scuola del Libro di Urbino sotto la guida di Francesco Carnevali e Leonardo Castellani. La donazione dei cataloghi (che potranno essere ritirati dai responsabili delle biblioteche all’Ufficio Cultura della Provincia, in viale Gramsci 4 a Pesaro), vuole essere un gesto di riconoscenza verso un territorio a cui Renzo Scopa era profondamente legato e che ha aderito con grande partecipazione alle iniziative promosse per ricordarlo (tra l’altro quest’anno ricorrono gli 80 anni dalla nascita), patrocinate da vari enti tra cui la Provincia di Pesaro e Urbino. Tra queste, l’esposizione itinerante di arte sacra contemporanea “Nel Segno del Sacro” all’Alexander Museum Palace Hotel di Pesaro e nelle sale del Castellare del Palazzo Ducale di Urbino, lo spettacolo “Amo tutti i colori” nel teatro Sanzio di Urbino e la mostra “La maschera dell’uomo” nel rinascimentale Palazzo Ubaldini di Apecchio (in contemporanea con la mostra di fotografie e cortometraggi del figlio Saulo).

“Le mostre – evidenzia l’assessore provinciale alla Cultura Davide Rossi – ci hanno permesso di conoscere meglio un artista, urbinate di nascita e umbro di adozione, che ha sempre guardato il mondo attraverso il filtro della sensibilità e di un’intima religiosità, innovando e sperimentando per trovare  di volta in volta la dimensione più adatta per esprimere i suoi stati d’animo. I cataloghi messi a disposizione delle biblioteche consentiranno a tutti di scoprire l’interessante percorso dell’uomo e dell’artista”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>