Sottomonte frana, Statale chiusa fino a mercoledì

di 

25 marzo 2013

PESARO – Questa volta sono arrivati sulla strada: terra e alberi, nelle prime ore del mattino, hanno invaso buona parte della carreggiata.

La Statale Adriatica è stata chiusa questa mattina, in entrambe le direzioni, con deviazione obbligatoria lungo la strada del colle Ardizio: resterà chiusa fino a mercoledì. Almeno 5 i punti critici individuati lungo la statale. L’ultimo, in ordine di tempo, sopra il distributore Q8.

L’origine degli smottamenti è stata la pioggia unita al forte vento che, dalla notte non ha smesso di flagellare il territorio pesarese.

Fortunatamente, la prima frana, non ha provocato feriti né danni alle auto: sul posto stanno ora lavorando vigili del fuoco e Anas, polizia stradale e vigili urbani.

Clicca per ingrandire

Nel dettaglio: nei pressi del cartello “Pesaro” (competenza Anas) ha ceduto la barriera paramassi e la frana ha trascinato piante che hanno invaso oltre metà sede stradale. Nei pressi del cavalcaferrovia ha ceduto la barriera paramassi trascinando sulla sede stradale materiale fangoso in corso di asportazione. La situazione è in evoluzione (si segnala fango in strada su buona parte del tratto suddetto) e sul posto sono presenti rappresentanti di Comune, Provincia, Anas, Prefettura, Autorità di bacino, Protezione civile e la ditta Tecnorock che è già al lavoro per verificare la pericolosità della situazione. Alle ore 11.30 si terrà una riunione operativa, al termine della quale comunicheremo tutti i dettagli relativi alle decisioni prese.

ore 13.30

Il perdurare della pioggia su tutto il territorio comunale sta aggravando la condizione della falesia del monte Ardizio, che attualmente rimane critica soltanto in due punti (cavalcaferrovia e zona cartello “Pesaro”).

Per studenti, genitori, docenti e personale degli istituti superiori Branca e Santa Marta diramiamo le seguenti indicazioni: 1. pedoni e motorini possono usufruire della pista ciclabile (moderando al massimo la velocità) per dirigersi verso la rotonda terminale di viale Trieste e raggiungere le proprie abitazioni o venire caricati sulle auto (informate i vostri genitori!); 2. le automobili in uscita dal parcheggio della scuola possono dirigersi verso via Kolbe (il cavalcaferrovia è chiuso) tenendo presente che per 30-45 minuti la viabilità resterà chiusa per consentire il carico studenti sugli autobus; 3. gli autobus attenderanno gli studenti su via Kolbe. Più tardi verranno date informazioni dettagliate per i residenti e lavoratori nel tratto cavalcaferrovia-svincolo Fosso Sejore, visto che è in atto un sopralluogo da parte dei tecnici e della ditta Tecnorock. Infine siamo stati informati che il bollettino meteo prevede pioggia più o meno continua per tutta la settimana, eccetto venerdì.

ore 16

Oggi gli ulteriori disagi sull’Ardizio. Ma la situazione di criticità legata al maltempo va avanti da settimane, su tutto il territorio. Tanto da obbligare il presidente Matteo Ricci e l’assessore Massimo Galuzzi a chiedere alla Regione di attivare verso il governo la procedura per «lo stato di emergenza» per la provincia di Pesaro e Urbino. Presidente e assessore: «Le piogge incessanti che continuano a colpirci da un mese hanno determinato gravi danni in termini di dissesto, smottamenti, frane, viabilità e stato dei fiumi». La situazione peggiore sulla falesia dell’Ardizio, con le frane odierne che si aggiungono agli episodi dei giorni scorsi. «Ma problematiche rilevanti rimangono anche sul San Bartolo». E non è tutto. «Per quanto riguarda la viabilità, sono già chiuse al traffico la San Sisto-Carpegna e la Montecalvo-Tavoleto. A rischio chiusura anche l’Apecchiese, tra Piobbico e Apecchio. Mentre la Pianello-Serravalle resta aperta provvisoriamente». Fiumi: «Situazione pesante e grave su Foglia e Cesano in primis». Ponti: «Non transitabili quelli di San Donato di Sassocorvaro e Bronzo di Sassocorvaro». E anche per affrontare questi temi, Matteo Ricci e Luca Ceriscioli chiederanno un incontro urgente nelle prossime ore al governatore Gian Mario Spacca.

FRANE E SMOTTAMENTI SEGNALATI IN TUTTA LA PROVINCIA

Un camion è finito fuori strada sulla E-78 all’altezza dell’uscita di Sant’Ippolito, senza provocare danni  a chi era al volante o ad altri automobilisti. Il tratto di superstrada è stato riaperto dopo qualche ora.

ore 17.40: statale chiusa fino a mercoledì

Adottate misure cautelari in seguito alla nuova frana che ha reso indispensabile la chiusura della statale Adriatica. Questa mattina si è tenuta una riunione nella sala Rossa del Comune alla presenza dei rappresentanti di Comune, Provincia, Anas, Autorità di bacino, Protezione civile comunale e regionale e della ditta Tecnorock , al termine della quale sono state adottate all’unanimità alcune misure cautelative. Il tutto dopo aver valutato il bollettino meteo della Regione Marche che illustra una situazione meteorologica in peggioramento e dopo aver effettuato due sopralluoghi (in tarda mattinata e a metà pomeriggio) nel tratto di strada statale Adriatica tra lo svincolo di Fosso Sejore e il cavalcavia di via Rosselli-via Cavallotti.

 

Alle ore 17 sono state rilevate quattro zone soggette a smottamenti in corrispondenza del cavalcavia, all’altezza del civico 121, nei pressi del parcheggio Stefanelli e in altri cinque punti sparsi in quella zona. La ditta Tecnorock, che è al lavoro dalla mattinata, ha iniziato una serie di interventi dal cavalcavia.

Nel frattempo le istituzioni hanno adottato le seguenti misure cautelari:

1) obbligo fino al termine dell’emergenza – per residenti e lavoratori nel tratto di strada delle Marche – di parcheggiare l’automobile nel parcheggio dell’istituto Santa Marta con possibilità di ingresso e uscita dalle 7.30 alle 22 (con permanenza notturna);

2) ordinanza di chiusura di tutti i locali pubblici situati sulla carreggiata adiacente al colle Ardizio (direzione Fano) fino al termine del pericolo smottamenti.

Infine sono confermate le seguenti indicazioni per studenti, genitori, docenti e personale degli istituti superiori Branca e Santa Marta: i pedoni sono invitati a utilizzare la pista ciclabile per dirigersi da e verso la rotonda terminale di viale Trieste e raggiungere le proprie abitazioni, l’auto o motorini. Si invita quindi a parcheggiare auto e moto su viale Trieste usufruendo della ciclabile per raggiungere la scuola. Gli autobus di linea si fermeranno per la salita e la discesa degli studenti su via Kolbe.

leggi l’ordinanza originale del sindaco di Pesaro: clicca ORDINANZA

ORE 18.50

Traffico in tilt anche in autostrada, nel tratto che collega in direzione nord-sud Pesaro a Fano. Al Km 152, infatti, i molteplici rallentamenti sono stati provocati da manto stradale irregolare: decine di buche che gli operatori sella società autostrade cercavano di coprire.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>