Addio anche al Califfo. Ora, tutto il resto è proprio noia

PESARO – Tutto il resto ora è veramente noia. A poche ore dalla morte di Enzo Jannacci, anche Franco Califano si è spento, sottovoce, nella sua abitazione. Il Califfo aveva con le Marche un rapporto fortissimo: a Senigallia, in primis, dove coltivava a distanza di anni amicizie vere, ovviamente femminili. Erano le sue amiche del cuore che non mancavano di seguirlo durante le sue esibizioni marchigiane.

Franco Califano

E con Pesaro, in particolare con la Scavolini Basket, che ogni tanto veniva a vedere in compagnia del suo amico e imitatore Gianfranco Butinar.   Il cantautore romano, 74 anni, era malato da tempo ma solo lo scorso 18 marzo lo avevamo visto, applauditissimo, al Teatro Sistina di Roma. Tra i suoi grandi successi ricordiamo Minuetto, La musica è finita, Una ragione in più ed E la chiamano estate…

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>