Tares, dal Cdm nessuna sospensione

di 

2 aprile 2013

PESARO – Nessuna misura per la sospensione della Tares da parte del Consiglio dei Ministri. La richiesta, indirizzata al Governo in una lettera congiunta siglata dall’Anci, dalle imprese e dai sindacati del settore, era di uno stop alla nuova imposta a favore del mantenimento degli attuali regimi di riscossione del servizio di gestione dei rifiuti. Si chiedeva di assicurare, al contempo, le entrate riferite ai servizi pubblici indivisibili (pulizia del verde, illuminazione pubblica, eccetera)”.

L’appello era siglato dall’Anci, dalle associazioni di categoria delle imprese private e pubbliche del settore. Al Consiglio dei Ministri veniva chiesta l’adozione di un decreto-legge finalizzato a garantire i flussi finanziari relativi ai servizi di gestione dei rifiuti urbani. Per la Confcommercio  “E’ necessario sospendere immediatamente l’operatività della Tares, prorogandone i termini di entrata in vigore almeno fino al primo gennaio 2014. E la sospensione deve riguardare anche la componente servizi che, da sola, comporta un aggravio di oltre 1 miliardo di euro per famiglie e imprese e che è già in parte ricompresa dalle voci servizi indivisibili presenti nell’IMU. Cittadini e imprese finirebbero per pagare due volte, sulla stessa base imponibile, gli stessi servizi che anche l’imposta sul mattone è chiamata a finanziare. Occorre inoltre – prosegue la Confcommercio – aprire un tavolo tecnico di lavoro, partecipato dalle principali associazioni di categoria, con il compito di ridefinire la struttura complessiva del sistema tariffario e di individuare nuovi coefficienti che rappresentino al meglio la reale produzione di rifiuti delle varie categorie economiche. L’attuale sistema, infatti, se non prorogato e completamente rivisto, determinerà un aumento spropositato delle tariffe sui rifiuti


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>