Parcheggi in Viale, Nardelli sulla gara deserta: “Come volevasi dimostrare”

di 

5 aprile 2013

Massimiliano Nardelli

Massimiliano Nardelli

di Massimiliano Nardelli*

PESARO – Come volevasi dimostrare… nessuno ha presentato offerte per la realizzazione del parcheggio interrato di Viale Trieste. Le aziende interpellate si sono rivelate nettamente più serie e lungimiranti rispetto all’Amministrazione comunale ed alla Pesaro Parcheggi circa la fattibilità economica di un opera dal costo certo di 15 milioni di euro mentre le entrate che dovrebbero coprire questa spesa si basano su presunte vendite di posti auto in una zona della città dove non esiste richiesta.

D’altronde, come abbiamo sostenuto più volte in consiglio comunale, qual è quell’azienda che avrebbe potuto sostenere ed avallare la costruzione di un’opera, in questo periodo di grave crisi economica, basata sulla vendita di 350 posti auto sotterranei su 424 totali con un investimento di circa 30 mila euro a posto e con un progetto finanziario che, senza i 10 milioni di euro derivanti dalle vendite di cui sopra, non sta assolutamente in piedi?

Inoltre, è necessario ancora sottolineare che

1) non esiste la prospettiva di una domanda di acquisto da parte degli albergatori tale da pianificare e giustificare un investimento di oltre 15 milioni di euro;

2) non esiste una domanda di parcheggio pertinenziale da parte dei residenti del centro storico e della zona mare.

3) il progetto prevede una pedonalizzazione che metterebbe in seria difficoltà il futuro delle attività commerciali esistenti, dei negozi, dei ristoranti e dei bar che lavorano lungo il viale;

4) tutti i residenti della zona mare, mai interpellati dall’Amministrazione comunale sulla valutazione di questo progetto, si sono detti contrari a questo intervento.

La stessa Pesaro Parcheggi non ha mai risposto alle perplessità da noi sollevate sulla gestione dell’eventuale maxi parcheggio negli anni visto che a carico del concessionario per 89 anni ci sarà la manutenzione del parcheggio, delle griglie, delle eventuali infiltrazioni d’acqua e di altri problemi strutturali e degli ammortamenti su un’opera di 15 milioni e visto che dagli ultimi bilanci della partecipata si evince che non esiste il margine economico per poter far fronte alle spese sopra elencate.

Vi sono circa 2.000 cittadini che hanno già firmato la petizione da noi presentata contro la realizzazione di quest’opera e siamo pronti a continuare la nostra battaglia fino alla rinuncia definitiva del Sindaco alla realizzazione di questo parcheggio.

Siamo sempre più convinti che la realizzazione di quest’opera con il turismo non ha niente a che fare ma si tratta solamente dell’ennesimo business edilizio-urbanistico della Giunta Ceriscioli. Con molto meno dei soldi che si spenderanno per realizzare quest’opera si potrebbe riqualificare tranquillamente Viale Trieste negli arredi, nelle illuminazioni, nelle asfaltature dei viali ed i risparmi di risorse potrebbero essere investiti veramente nel settore, a partire dalla promozione della nostra città.

*Consigliere comunale Scelta Civica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>