Valentino è tornato. E Ricci lo abbraccia al Ranch

di 

11 aprile 2013

Valentino Rossi e Matteo Ricci

Valentino Rossi e Matteo Ricci

TAVULLIA –  “The Doctor is in”. Valentino è tornato. In tutti i sensi. E come nei giorni migliori, di derapate al Ranch se ne vedono in quantità industriale. Ancora protagonista nella MotoGp, dopo l’esaltante rimonta che ha fatto sognare in Qatar, Vale fa la sua apparizione nella pista di Tavullia. C’è il rito del  “training”  dentro l’habitat naturale. Ma questa volta con una novità: il campione invita Matteo Ricci all’allenamento, “per rafforzare ancora il sodalizio con l’identità del territorio”. Un rapporto che, tra l’altro, ha già partorito l’apertura dello Iat di Tavullia. Così il presidente, che arriva a bordo pista con i sindaci Del Moro e Ceriscioli, assiste in diretta allo show pomeridiano del Dottore. Che dopo la “prima” stagionale è carico a mille. E già scalda i motori in vista del prossimo appuntamento in Texas, insieme al fratellino Luca e ai giovani centauri amici Mattia Pasini, Niccolò Antonelli, Franco Morbidelli, Niccolò Bulega. Allegria, battute, clima da abbraccio collettivo. All’interno di un’area e di un progetto che ha ormai preso definitivamente forma.

Ricci nel dialogo con Vale: “Ho accettato con grande piacere il tuo invito. Sei l’orgoglio di Pesaro e Urbino. Ci tenevamo a festeggiarti dopo la gara esaltante in Qatar. Vogliamo trasmetterti tutta la felicità del territorio nel vederti di nuovo lottare per il titolo”. Anche perché, aggiunge rivolgendosi ai presenti, “in un momento come questo, Vale riporta il talento italiano sulla vetta del mondo”. Nell’atmosfera informale, il Dottore è a suo agio. E a Ricci conferma: “La moto va. Quest’anno ci divertiamo, come ai vecchi tempi…”. Con quella serenità che, all’orizzonte, lascia intravedere ancora nuove imprese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>