Generazione 2012: a palazzo Gradari si festeggiano i neonati pesaresi

di 

14 aprile 2013

PESARO – Oggi verrà festeggiato, grazie al “Centro aiuto alla vita” (Cav), l’ingresso nel palcoscenico umano dei nati nel 2012 presso l’ospedale di Pesaro. Lo scorso anno sono stati ben 1.009.

“Fra questi – rivela Stefano Giampaoli – ci saranno bambine col nome di Emma e di Giulia? I due nomi non sono stati scelti a caso. Emma significa infatti “operosa” e Giulia “sacra a Giove”. Di entrambe le doti avranno bisogno questi bambini, che diverranno maggiorenni nel 2029, per essere una generazione felice. Chissà quanti di loro avranno un bisnonno pesarese, quanti saranno figli di immigrati italiani e quanti di extracomunitari. Senza distinzione di razza, lingua, religione saranno tutti pesaresi e, cittadini del mondo! La pesaresità va scomparendo? No, si sta solo trasformando. Sembra che, a causa dell’allungamento della vita, le fasce d’età siano aumentate. Guardiamo nell’album di famiglia le fotografie che ingialliscono e pensiamo a come tutto passa in fretta. Un plauso quindi al Cav che ha organizzato una festa per “famiglie che aiutano a crescere altre famiglie”. Oggi i pesaresi potranno quindi recarsi a palazzo Gradari di via Rossini (orario 16 – 20) per stare con i nuovi arrivati, quelli del 2012, una nuova “clas de fer”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>