Registro gas fluorurati, c’è la proroga

di 

18 aprile 2013

PESARO – Confartigianato Impianti di Pesaro e Urbino esprime soddisfazione per la proroga di 60 giorni concessa dal Ministero dell’Ambiente al fine di consentire agli imprenditori che installano, riparano ed effettuano la manutenzione di apparecchiature contenenti gas serra (pompe di calore, gruppi frigoriferi, condizionatori d’aria, lavatrici industriali, climatizzatori in abitazioni e su auto) di iscriversi al Registro Nazionale dei gas fluorurati e ottenere il certificato o l’attestato che li abilita ad operare, come previsto dal Dpr 43/2012.

“Il Ministero dell’Ambiente – sottolinea Confartigianato Impianti – ha riaperto i termini per le iscrizioni al registro nazionale delle persone e delle imprese di chi opera su impianti azionati da FGAS (gas fluorurati) perché numerosi installatori ed autoriparatori non erano riusciti ad iscriversi entro la scadenza del 12 aprile scorso”.

“Apprezziamo il provvedimento del Ministero – continua la Confartigianato – ma ora riteniamo necessari ulteriori interventi per restringere il campo di applicazione della normativa sui Gas Fluorurati”.

Si ritiene, infatti, opportuno escludere dall’applicazione della norma almeno chi si limita alla mera installazione, ovvero chi non provvede al recupero e alla ricarica dei gas fluourati. Secondo Confartigianato Impianti, infatti, nell’attuale gravissimo contesto di crisi va scongiurata nel modo più assoluto la previsione di ulteriori pesanti balzelli a carico delle imprese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>