Gibbemeyer assente, il dispiacere di Thiago

PESARO – Giochi Olimpici 2012, Londra, Earls Court: semifinale tra Brasile e Italia. Troppo preso dall’Italia di Mauro Berruto, ma anche dal mio giocatore preferito, il “levantador” brasiliano Bruninho, come pure da Murilo, marito di Jacqueline, campionessa italiana con la Scavolini Robursport, confesso di non avere prestato grandissima attenzione a un altro eccellente giocatore del Brasile di Bernardinho che massacrava gli azzurri. Strano, perché il numero 11 attira le mie attenzioni fin da quando saltavo le lezioni all’Università per vedere allenarsi il mitico Gigi Riva, il numero 11 per eccellenza.

Thiago

Gibbemeyer e Thiago

Però, qualche mese fa, salutando Lauren Gibbemeyer che passeggiava in Viale Trieste alla ricerca di un buon gelato in compagnia di un ragazzo, ho pensato che la faccia di lui mi ricordava qualcuno… Già, ma chi?

Venerdì sera, quando Gibby è arrivata a Campanara sostenuta dalle stampelle, a una smorfia di delusione è seguita un’altra di sorpresa. Con la centralona americana c’era di nuovo lui, il fidanzato. E ho pensato subito a quel chi. Diamine, ma è lui, Thiago Soares Alves, “o ponteiro” del RJX. Un cognome che a un socio del Barça dovrebbe essere subito familiare. Già, Dani Alves da Silva, il Treno ad Alta Velocità che viaggia sulla destra blaugrana.

E’ lui, è lui, ed è reduce dalla vittoria dello scudetto brasiliano, conquistato con il RJX a spese del Sada Cruzeiro (3-1), e Thiago, che ha realizzato 13 punti, è stato nominato Mvp, migliore giocatore. Neppure il tempo di festeggiare lo scudetto, che Thiago ha preso l’aereo ed è arrivato a Pesaro. Purtroppo, Gibby, grande protagonista martedì scorso, non ha giocato venerdì sera, ma non potevamo farci sfuggire l’opportunità di intervistare Thiago, con la complicità di Carlinho.

“Dalle poche occasioni che ho avuto divenire a Pesaro, ho notato che la squadra è buona, ma corta. Pertanto, l’assenza di Gibby è stata una perdita tremenda. Lei difende, blocca, attacca, ma Piacenza è una bella squadra, ricca di esperienza e soprattutto molto equilibrata, che schiera giocatrici che hanno fatto parte della Nazionale italiana”.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>