Le Marche del volley sconfitte da Ferretti e De Cecco

di 

22 aprile 2013

PESARO – Fidanzate in campo, o – purtroppo – in panchina, fidanzati a fare il tifo in tribuna.

Thiago Soares Alves, schiacciatore brasiliano fresco di titolo nazionale con la RJX di Rio de Janeiro, che è anche la squadra di Bruno, il fantastico palleggiatore verdeoro, era arrivato a Pesaro per sostenere Lauren Gibbemeyer e la Kgs, ma la centrale americana non ha giocato, vittima di una sfortunata distorsione a una caviglia accusata la sera prima di gara 2.

Luciano De Cecco, quasi 25 anni, palleggiatore argentino della Copra Piacenza, con cui ha vinto la Challenge Cup ed è in finale scudetto, venerdì scorso era a Pesaro a tifare per la Rebecchi Nordmeccanica di Francesca Ferretti, sua fidanzata.

Il volley marchigiano deve stare alla larga da Piacenza. De Cecco e compagni hanno eliminato – in semifinale – la Lube Macerata; Ferretti e compagne la Kgs, nei quarti di finale.

Noi – risponde “Lucio” – siamo molto contenti. Abbiamo conquistato una finale davvero inaspettata, pensando all’inizio di stagione, alla squadra tutta nuova. La soddisfazione è enorme. Le ragazze hanno sofferto meno di noi. Alla fine siamo contenti entrambi, io e Francesca…”.

Francy ha giocato benissimo entrambe le partite, in particolare nei primi due set di gara 2, perché il terzo non è mai stato in discussione.

Sinceramente ne capisco davvero poco. Io e Francesca ci confrontiamo tanto, ma la pallavolo maschile e quella femminile sono molto diverse. Per quello che ho visto, ha distribuito il gioco molto bene. Anche lei a inizio stagione ha faticato, dovendo lavorare in una squadra nuova, dopo cinque stagioni a Pesaro, dove ha vinto tante trofei che io neppure posso sognare. In questo campo, l’esperta è Francesca. Quando posso la seguo, così, essendo libero, ho fatto tre ore in automobile per sostenerla. Siamo contenti tutti”.

Un suo giudizio sulla Kgs?

Per quello che ho visto, è una squadra giovane con in più la grande esperienza di Kenny Moreno Pino. Il libero (Monica De Gennaro; ndr) è davvero interessante. L’avevo notata già a Piacenza. Faccio i complimenti a Pesaro per la bella stagione”.

Tornando a lei, cosa può dirci della finale scudetto che inizierà il 25 aprile e vedrà la Copra opposta a Trento?

Me la godrò tantissimo, perché è la mia prima finale. Arrivare a giocarsi lo scudetto è un sogno da condividere con la mia ragazza, con gli amici: sarà un momento unico”.

Lei è nato a Santa Fe, ma la sua famiglia è di evidenti origini italiane. Per caso, sono pesaresi?

Veramente mi hanno detto sempre che eravamo di origine friulana”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>