Sulla moschea il FAP lancia il dialogo: “Il Comune faccia una permuta del locale”

di 

27 aprile 2013

logo fronte di azione popolare

PESARO – Il movimento locale e trasversale Fronte di Azione Popolare Pesaro e Urbino interviene sulla questione moschea nel quartiere “5 torri” di Pesaro e lo fa con una proposta. Afferma il presidente del FAP Giacomo Rossi: “Alcuni residenti del quartiere “5 torri” di Pesaro ci hanno espresso le loro preoccupazioni per la questione moschea. Abbiamo constatato personalmente che la problematica della moschea non è di tipo culturale o religioso bensì legata ad una questione meramente urbanistica. Infatti il luogo dove vorrebbe sorgere il centro culturale islamico è di per sé un locale commerciale in zona residenziale, privo dei dovuti parcheggi e poco idoneo a radunare molta gente esterna. A questo punto è anche vero che non si può negare a nessuno di professare la propria fede e celebrare il proprio culto religioso. Per questo noi del FAP abbiamo deciso di avanzare una proposta che possa conciliare i diritti della comunità islamica con i diritti che spettano ai residenti”.

Nello specifico: “Proponiamo dunque che il Comune di Pesaro si facesse promotore di una permuta tra il locale che dovrebbe essere adibito a moschea (già acquistato dalla comunità islamica) con un altro locale di proprietà comunale, sito in una zona più adatta allo svolgimento del culto e sopratutto dell’afflusso di gente. Tra l’altro, così facendo, il Comune potrebbe utilizzare il locale oggetto della questione per fornire eventuali servizi mancanti in questo popoloso quartiere. Credo che la nostra proposta sia ragionevole e fattiva e vada presa in considerazione. Si dialoghi, si rifletta e si faccia presto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>