Helene Cooper corrispondente dalla Casa Bianca per il «New York Times» incontra gli studenti del Liceo Raffaello di Urbino

di 

2 maggio 2013

URBINO – Il Premio «Urbino Press Award» crea legami duraturi. Helene Cooper, corrispondente dalla Casa Bianca per il «New York Times», vincitrice del premio nel 2011, sarà a Urbino sabato 4 maggio, alle ore 11.00, per incontrare gli studenti del Liceo Raffaello, parlare della sua esperienza di vita, del ruolo di reporter a stretto contatto con l’Amministrazione guidata dal Presidente Obama e del suo metodo di lavoro come scrittrice.

Helene Cooper

Tutto l’incontro si terrà in lingua inglese, dialogando con alcune classi del Liceo Linguistico e del Turistico. Per i ragazzi sarà una bella opportunità per mettere in pratica le competenze linguistiche acquisite a scuola. E farlo con un personaggio di questo livello rende il tutto molto coinvolgente. L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra l’«Urbino Press Award» e l’Istituto di Istruzione Superiore Raffaello. Il Premio è un patrimonio culturale della città e del territorio. I contatti internazionali maturati in otto edizioni della manifestazione sono sempre a disposizione di Urbino e delle Marche, ogni volta che c’è un progetto interessante. In questo caso si tratta di un progetto educativo, in una scuola dove lo studio delle lingue è molto approfondito. Helene Cooper aveva programmato autonomamente un viaggio in Italia, ed è stata immediatamente disponibile a cogliere l’invito che arrivava dalla città che due anni fa l’aveva premiata.

Helene Cooper lavora al «New York Times» dal 2004, dopo essere stata per vari anni al «Wall Street Journal», prima come corrispondente da Londra e poi da Washington. Nata in Liberia, la reporter è anche scrittrice: con il suo libro autobiografico «Le bambine di Sugar Beach» (edizione italiana di Newton Compton Editori) ha narrato della propria infanzia in Africa, delle drammatiche vicende familiari a seguito del colpo di stato in Liberia avvenuto nel 1980, e della fuga negli Stati Uniti. Il libro è stato nella classifica dei best seller del «New York Times», e nel 2009 è stato finalista nelle selezioni del «National Books Critics Circle». Negli USA Helene Cooper è molto spesso in TV come commentatrice di politica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>