Osteria Nuova e Bargotto, uno spareggio che vale la Seconda

di 

3 maggio 2013

PESARO – Importante appuntamento per il calcio minore pesarese domenica alle ore 16.30, al campo di Borgo Santa Maria, dove è in programma lo spareggio fra Osteria Nuova e il Bargotto. In palio la promozione alla Seconda categoria (supplementari e calci di rigore in caso di parità).

calcio dilettanti

Le due squadre sono arrivate a questo appuntamento con 10 punti di vantaggio sulle terze ed in maniera decisamente rocambolesca. Infatti, alla terz’ultima giornata, il Bargotto, allenato da Marcello Mattioli, in vantaggio per 3-0 alla fine del primo tempo e con l’uomo in più, è stato sconfitto per 4-3 dal New Team. Al telefono il mister ci racconta candidamente che “arrivando da 15 anni di settore giovanile, ha detto ai suoi ragazzi alla fine del primo tempo di controllare la palla e non umiliare gli avversari. Una cosa che non ridirò mai più visto gli esiti negativi”. Poi, il gentile favore, è stato restituito dall’Osteria Nuova, che la giornata successiva ha pareggiato in casa per 1-1 contro l’Offside e questi risultati hanno portato allo spareggio di domenica che, a detta di entrambi i mister, è la giusta conclusione di un campionato eccezionale disputato dalla due squadre.

La formazione del Bargotto si presenta quasi al completo in buona condizione e si giocherà questo spareggio con il classico modulo 4-3-3. Le cifre dicono più offensiva il Bargotto (secondo attacco del girone con 50 reti) e più difensiva l’Osteria Nuova (migliore difesa con 22 reti).

Mister Ivan La Volpicella, riponderà “con il modulo con cui ha giocato tutto il campionato e cioè il 4-3-1-2 con la convinzione di essere arrivato con i giocatori pronti e motivati. La mia squadra ha fatto da lepre per tutto il campionato sfruttando anche il fatto di avere la giornata di riposo (essendo il girone a 13 squadre), dopo degli avversari ma lo spareggio è la giusta conclusione. Non conta ormai più niente neanche il fatto di aver battuto gli avversari in entrambe le partite, visto che si tratta di una partita secca in cui può succedere di tutto e giocherà molto il fattore psicologico. Noi contiamo molto anche sul nostro fantastico pubblico che ci ha sostenuto per tutto il campionato avendo alle spalle un intero paese (150 circa le presenze a partita)”. Quindi la dedica: “Faremo di tutto per vincere per onorare la memoria di Leonardo Cesaroni, il nostro presidente scomparso qualche mese fa”.

Come ci tengono a sottolineare entrambi, che sia comunque una bellissima giornata di sport.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>