Agguato con l’acido, “il gelido” non risponde

di 

4 maggio 2013

PESARO – Si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nell’interrogatorio di garanzia, Rubin Talaban, il gelido, l’albanese che secondo l’accusa avrebbe materialmente gettato l’acido in faccia all’avvocatessa Lucia Annibali “armato” dal mandante Luca Varani (attualmente in carcere), davanti al gip di Pesaro Lorena Mussoni e al pm Monica Garulli, e alla presenza del suo nuovo legale, l’avvocato Gianluca Sposito, si è risolto in pochi minuti nel silenzio. Ricordiamo che Talaban ha dovuto cambiare l’avvocato difensore dopo che l’avvocatessa Ina Begici è risultata a sua volta indagata per favoreggiamento.

Rubin Talan, nella fotografica fornita giorni fa dagli stessi carabinieri di Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>