Il LBD, un capo indispensabile

di 

10 maggio 2013

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn

Questa settimana vi parlo di un capo indispensabile del guardaroba femminile, così classico che bastano tre lettere per definirlo, LBD.

Il little black dress, che in Italia viene chiamato il tubino nero (anche se spesso di tubino non si tratta) è nato dalla mente geniale di Coco Chanel, che desiderava realizzare un capo adatto a tutte le occasioni. Fa la sua comparsa nel 1926 sull’edizione americana di Vogue (che ne decreta il successo definendolo “la nuova uniforme della donna moderna”) e da allora entra a far parte del guardaroba di praticamente tutte le donne.

Chanel fu rivoluzionaria non solo perché propose un abito estremamente versatile e accessibile a tutte le classi sociali, ma perché in un certo senso sdoganò il nero, il colore legato irrimediabilmente al lutto, che Mademoiselle associava invece alla divisa portata durante gli anni vissuti in orfanotrofio.

Il LBD è considerato un vero e proprio “salvavita” e ogni donna dovrebbe averne almeno due, uno estivo e uno invernale. Bisognerebbe scegliere un modello semplice, perché saranno gli accessori a rinnovarlo di volta in volta. Ballerine, décolleté, sandali un po’ fetish, collane vistose, un semplice e raffinato girocollo di perle, un bracciale… le possibilità sono quasi infinite.

Alcune riviste fanno rientrare nella categoria LBD anche mini abiti borchiati, decorati con piume o con scollature abissali, ma a chi non viene in mente Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”? La costumista del film, Edith Head, e Hubert de Givenchy hanno contribuito molto all’affermarsi dell’immagine raffinata dell’attrice e dell’abito.

Guerlain, marchio celebre per le sue fragranze, ha chiamato un suo profumo proprio “La petite robe noire”, niente testimonial da milioni di euro e sul flacone solo un abitino nero.

È molto probabile che anche voi ne abbiate uno nell’armadio, e se non è così, probabilmente state pensando di comprarlo! Perché, anche se non è il vostro genere, se non siete tipi da vestito, se non vi piace il nero, potrebbe sempre arrivare il momento giusto per indossarlo. Una cena di lavoro, una serata a teatro, una cerimonia o una semplice occasione in cui vi chiederete “Cosa mi metto?”. E lui sarà lì, appeso, e all’improvviso vi renderete conto che sarà la scelta perfetta.

A presto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>