In marcia per la Vuelle. Per chi ci crede ancora

di 

16 maggio 2013

PESARO – Mentre la quasi totalità della stampa locale sembra essersi già arresa e ha cominciato a tessere le lodi della Legadue, c’è ancora una Pesaro che continua a credere nella possibilità di rimanere nella massima serie ed è quella che si troverà domenica pomeriggio alle 17 davanti al vecchio hangar di Viale dei Partigiani per provare alla città, alle istituzioni locali e alla dirigenza della Victoria Libertas che lo zoccolo duro della tifoseria è pronto a fare la sua parte, sostenendo la Vuelle in questo ennesimo momento difficile della sua gloriosa storia, perché in fin dei conti il dovere dei tifosi è quello di fare l’abbonamento e di sostenere con passione e fierezza la loro squadra e non di dover tirare fuori altri soldi.

I tifosi della Scavolini Banca Marche sperano di tornare ad esultare. Foto Fraternale Meloni

In occasione del 25° anniversario dalla conquista del primo storico scudetto (eh si, è già passato un quarto di secolo: LEGGI ALCUNI RICORDI DEI TIFOSI DI ALLORA CLICCANDO QUI: 1 , 2, 3), la Vecchia Guardia ha chiamato a raccolta chi ha vissuto quei momenti indimenticabili, ma anche chi all’epoca non era ancora nato e ne ha sentito solamente parlare dai genitori o ne ha visto le immagini in televisione, il corteo poi proseguirà verso la Palla di Pomodoro, luogo storico dei festeggiamenti delle vittorie più belle targate Scavolini.

Mentre si attendono le risposte dalle agenzie di marketing contattate per cercare il nuovo main sponsor, che porterebbe nelle casse societarie la liquidità necessaria per arrivare ai famosi due milioni e mezzo di euro indicati dal Consorzio per affrontare serenamente la prossima annata, la stagione appena conclusa si è chiusa con tutti i contributi e gli stipendi regolarmente pagati entro i termini prestabiliti, dando la possibilità alla nuova dirigenza di partire con i conti in ordine.

Ribadiamo un po’ di termini regolamentari per fare chiarezza:

L’unica attuale possibilità della Victoria Libertas è di presentare regolare domanda d’ammissione alla serie A entro il 31 maggio, senza che per quella data si debba versare la quota d’iscrizione o fideiussioni e ci sembra un atto doveroso, per fare un esempio è come se un maturando per la paura di fallire l’esame di maturità, non si iscrivesse preventivamente a nessuna Università a numero chiuso, trovando poi scaduti i termini per l’ammissione, sarebbe una sciocchezza che pagherebbe a caro prezzo, non avendo nessuna garanzia oltretutto di trovare un posto in un istituto di minor prestigio, stessa situazione che capiterebbe alla Vuelle che al momento attuale, non ha nessun requisito per iscriversi alla Legadue e non può presentare la domanda per parteciparvi e dovrebbe solamente attendere fino al 20 luglio, le decisioni riguardo ad una presunta wild card.

Una volta presentata la regolare domanda di preiscrizione alla Serie A, ci sarebbe tempo fino al 18 giugno per esibire la documentazione in Lega e fornire una fideiussione bancaria che, con gli ultimi aumenti richiesti dalla Lega, si avvicinerebbe ai duecentomila euro. Per quella data si dovranno avere le idee chiare e, come ultima spiaggia, si potrebbe anche pagare la fideiussione per poi scambiare i diritti con qualche società di Legadue Golden, per non rischiare di rimanere fregati dal sistema. Siamo convinti e fiduciosi che la Vuelle debba fare tutto il possibile per rimanere in serie A con le proprie forze e cominciare il campionato con le risorse disponibili, sufficienti per partire regolarmente, per poi trovare durante l’anno nuove entrate per poter affrontare tutte le spese impreviste, ma se proprio nessuno ai piani alti si prendesse questa responsabilità, sarebbe bene tutelarsi in anticipo per non rischiare di fare la fine di Treviso, società con lo stesso blasone di Pesaro, che si aspettava di essere collocata in seconda serie, dopo la mancata iscrizione dello scorso anno, finendo invece relegata in Promozione regionale. I soldi spesi per l’iscrizione verrebbero recuperati dalla scambio dei diritti sportivi con una società di Legadue Golden, pronta a fare il salto nella massima serie e preventivamente contattata, e la Vuelle non si troverebbe in un limbo, ad aspettare fino al 20 luglio le decisioni dell’assemblea della Legadue con il grosso rischio di finire casomai in quel calderone che sarà la Silver, ma avrebbe la sicurezza di parteciparvi, iniziando così subito la campagna acquisti per una squadra totalmente da rifondare. Ripetiamo che questa sarebbe la decisione da considerare quando tutte le altre possibilità di rimanere in serie A saranno state valutate negativamente, ma decidere a priori di non prenderla in esame, sarebbe l’ennesimo esempio di miopia di chi le scelte è chiamato a prenderle e viene pagato per questo.

Quello che sembra mancare in questi giorni così delicati è quel pizzico di coraggio o di incoscienza da parte di chi in Largo Ascoli Piceno è chiamato a prendere le decisioni, oltretutto non partendo da zero, (se non ci fosse neanche un euro in cassa il discorso non si aprirebbe nemmeno) ma da quel 60-65% del budget già acquisito finora, stando a quanto dichiarato dalla stessa Vuelle. Capiamo che senza il “paracadute” rappresentato da Valter Scavolini in tutti questi anni, nessuno se la senta di prendersi la responsabilità in prima persona, sapendo che quando ci sarà da coprire le spese extra budget, inevitabili in una stagione agonistica, non ci sarà più il sig. Scavolini a rispondere di tasca propria, ma non sarebbe la prima volta che una società parte con un budget ridotto, per poi trovare le risorse strada facendo e se Avellino, Montegranaro, Caserta e Cremona anche questa volta sono riusciti a salvare la baracca e a fare anche più bella figura in campionato della Vuelle, si deve prendere atto che in giro ci sono società magari meno ligie alle norme rispetto alla Victoria Libertas, ma che alla fine dei giochi riescono ad ottenere risultati migliori.

Magari non servirà a niente, ma una camminata non ha mai fatto male a nessuno e un’oretta del nostro tempo si può ancora dedicare alla Vuelle domenica pomeriggio, poi se qualche santo in paradiso ci permetterà di partecipare alla Legadue Golden l’anno prossimo, ci adegueremo come abbiamo sempre fatto, per adesso possiamo marciare a testa alta, orgogliosi di essere ancora una delle prime sedici squadre d’Italia …. almeno fino alla fine del mese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>