Lungo l’antica Flaminia in bici

di 

18 maggio 2013

FANO – Grazie al servizio che Adriabus avvia per la stagione estiva, ogni sabato e domenica sarà più facile seguire il percorso archeologico che si snoda lungo l’antica Flaminia, la strada romana che da Roma portava a Fano e poi a Rimini. Nel corso dei secoli la strada ha subìto notevoli trasformazioni ma permangono numerosi tratti e manufatti originali da visitare nei vari centri attraversati.

Ora, si carica la propria bici su un apposito carrello a Pesaro, Fano e in altri centri della vallata del Metauro, si scende a Cantiano e si può cominciare il tragitto verso la costa visitando splendidi paesi, resti archeologici imponenti e luoghi suggestivi come la Gola del Burano e del Furlo. Il tragitto in bici, una settantina di km, è alla portata di tutti perché si pedala senza sforzi in continua leggera discesa su strade a basso traffico. Il flusso turistico può essere anche in senso inverso, perchè di questa opportunità possono approfittare gli abitanti dell’entroterra per recarsi al mare infatti il servizio è allargato alla vicina Umbria, visto il notevole interesse suscitato in associazioni di cicloamatori di Gubbio. Si parte dal prossimo sabato 25 maggio con i seguenti orari: ore 7,30 da Pesaro, 7,45 da Fano con arrivo a Gubbio alle ore 10,15 per il percorso inverso, partenza 10,30 da Gubbio la corsa serale parte da Pesaro alle ore 18 per giungere a Gubbio alle 19,45. Il costo è di 10 euro per la corsa semplice e 15 euro per l’andata e ritorno (valido anche per la partenza di sabato ed il ritorno di domenica). E’ in fase di sviluppo l’app per l’acquisto del biglietto con prenotazione del posto via smartphone l’utilizzo dei QR code distribuiti sul territorio per favorire l’accesso ad informazioni turistiche dei luoghi attraversati lo studio di pacchetti combinati di trasporto bici, visita ai musei ed eventuali prenotazioni alberghiere.

Ad incoraggiare questa proposta di viaggio bus + bici è la continua espansione del cicloturismo, già ampiamente diffuso dove la politica ha saputo rispondere per tempo alle esigenze di un’utenza di livello medio-alto sia in senso culturale che economico. In Germania sono due milioni i turisti che scelgono di fare le loro vacanze in bicicletta e naturalmente vanno dove esistono piste ciclabili e servizi adeguati. In Italia, a parte alcune regioni del nord, c’è ancora molta strada da fare, ma sono enormi le potenzialità di sviluppo, viste le risorse ambientali e culturali diffuse ovunque. Nella nostra provincia si inizia dall’antica via Flaminia. Il viaggio inaugurale è previsto per la mattina di domenica 19 maggio. Parteciperanno rappresentanti delle amministrazioni locali, dell’ITC Battisti di Fano (che ha coordinato l’iniziativa), del Centro studi vitruviani (che al Battisti cura una mostra permanente sull’antica Flaminia), di Argonauta (che dell’antica Flaminia già ospita un’importante banca dati sul portale lavalledelmetauro.org) e dell’associazione For-Bici Fano (aderente alla Federazione italiana amici della Bicicletta, FIAB). Non c’è dubbio che questo percorso ricco di fascino riuscirà ad attrarre nuovi visitatori che si spera possano contare in un futuro non troppo lontano su vere piste ciclabili, sia lungo la costa (Pesaro-Fano docet: urge il completamento della ciclabile Fano-Marotta) che verso l’entroterra, grazie all’utilizzo della dismessa ferrovia Fano-Urbino.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>