Pian del Bruscolo, qui la crisi morde meno

di 

21 maggio 2013

Operaio

Operaio al lavoro in fabbrica

MONTECCHIO – Unione dei Comuni di Piani del Bruscolo. Qui, stando almeno alla lettura dei dati, la crisi sembra colpire meno che in altre zone della provincia. Eppure in questo territorio – che si estende tra i comuni di Montelabbate, Sant’Angelo in Lizzola, Tavullia, Colbordolo e Monteccicardo – insistono medie e grandi imprese (soprattutto nel settore del mobile), che vivono un momento difficile.

Ma se si analizzano i dati relativi alla consistenza delle imprese artigiane si scopre che tra il 2008 ed il 2012 la crisi in questo vasto territorio che conta 31.088 abitanti, ha lasciato sul campo appena 4 imprese: erano 1.209 nel 2008, sono 1.205 al 31 dicembre 2012.

Certo occorrerà analizzare i dati relativi al primo semestre del 2013, che probabilmente segnaleranno ulteriori difficoltà. Tuttavia il territorio può vantare una buona flessibilità del tessuto produttivo, con piccole e medie imprese che hanno saputo adeguarsi ai mutati scenari interni ed internazionali e che hanno puntato molto i loro prodotti sui mercati esteri. Forte nelle aziende dei comuni dell’Unione di Piani del Bruscolo è l’esportazione, soprattutto nei settori della meccanica e del mobile e arredamento. Ma l’analisi delle specificità territoriale riserva non poche sorprese. Ad esempio nei comuini di Montelebbate e Montecciccardo si registra addirittura un incremento del numero di  imprese: Montelabbate (+14); Montecciccardo (+8). In lieve flessione Tavullia (-2); Sant’Angelo in Lizzola (-4). Record negativo al Comune di Colbordolo che registra un saldo negativo di 20 imprese (quasi tutte concentrate nella zona di Talacchio). In difficoltà soprattutto l’edilizia, ma anche il mobile. Annaspano l’autotrasporto e la manifattura in genere. Mediamente bene la meccanica.

Per discutere delle questioni del territorio, ed in particolare lo spopolamento della zona industriale di Talacchio si terrà domani, MERCOLEDI’ 22 MAGGIO, alle ore 21 nella Sala Riunioni CNA di Montecchio, in via Paganini, 21 l’assemblea territoriale della CNA. In discussione anche la questione delle infrastrutture viarie con particolare riferimento alla Provinciale Feltresca e la Montelabbatese.

Altre questioni sul tappeto, il credito, l’Imu e la Tares, la tassazione locale in generale e quella nazionale, il ventilato aumento dell’Iva e le sue conseguenze sulle imprese.

Al dibattito con gli imprenditori parteciperanno il presidente della CNA di Montecchio, Alfio Arduini, il presidente di Fidimpresa, Alberto Barilari; il direttore, Stefano Galli e Antonio Bianchini della segreteria provinciale della CNA.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>