Nardelli: “Sul nuovo stadio un silenzio che sa di fallimento”

di 

24 maggio 2013

PESARO – “Il silenzio assordante di sindaco, assessori ed amministratori di Aspes Spa in merito al progetto del nuovo stadio la dicono lunga sulla reale volontà di tornare a parlare e cercare di risolvere una questione che rappresenta, per chi governa la nostra città, una vera e propria sconfitta politica ed amministrativa”.

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale Scelta Civica

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale Scelta Civica

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale di Scelta Civica, afferma che “i cittadini ed i tifosi di calcio pesaresi possono recarsi a vedere cosa rimane della decisione di costruire il nuovo stadio alla Torraccia ovvero gli appartamenti edificati dalla ditta Spinosa nella zona antistante il vecchio Benelli”. “Il privato – osserva il consigliere comunale – ha potuto così ottenere quanto voleva mentre l’Amministrazione comunale, alquanto superficiale nella gestione di questa vicenda, non è ancora nemmeno in grado di decidere che progetto vuole realmente portare avanti”.

“Da 10 anni a questa parte nel piano delle opere pubbliche – scrive Nardelli – troviamo la costruzione del nuovo stadio con project financing con cessione dell’area vicino allo stadio Benelli con ampia capacita’ edificatoria concessa al privato mentre tutti sono a conoscenza di un presunto accordo, mai confermato ufficialmente, di 500mila euro tra Aspes Spa e la ditta Spinosa per la cessione del progetto. Non si riesce a capire perché ci sia tutta questa omertà delle parti interessate che, oltretutto, stride clamorosamente con la necessità di trasparenza che deve avere un’amministrazione pubblica ed una società in house di proprietà del Comune di Pesaro e di diversi comuni limitrofi e quindi formalmente di proprietà dei cittadini. In un budget 2013 come quello di Aspes Spa dove si parla di costi irrisori come può essere quello relativo ai lumini del cimitero, il fatto che il CDA della società non abbia trovato nemmeno mezza riga di spazio per giustificare un investimento di circa 4milioni e 900mila, mi pare al tempo stesso strano e sospetto. Se la linea politica su questa vicenda deve essere quella di insabbiare la questione, cercando di fare dimenticare ai cittadini quanto successo, diciamo subito che noi non ci stiamo”.

Conclusione: “Scelta Civica rilancia con forza il progetto della ristrutturazione del vecchio Benelli come impianto all’inglese, senza velodromo e con spalti a ridosso del campo da gioco. Vogliamo, però, al di là della decisione che i nostri amministratori prenderanno che sia fatta chiarezza una volta per tutte, per rispetto delle migliaia di tifosi della Vis Pesaro che aspettano da anni la realizzazione di quest’opera, e che vengano precisate le responsabilità politiche di chi ha provocato irresponsabilmente questo fallimento per il Comune di Pesaro”.

*Consigliere comunale Scelta Civica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>