Ritrovato morto il giovane sub scomparso ieri mentre pescava alla Sassonia

di 

27 maggio 2013

FANO – Nelle primissime ore della mattinata odierna è stato rinvenuto il corpo, senza vita, di Gianfranco Di Girolamo, 29 anni, pizzaiolo, sub disperso nella giornata di ieri nelle acque antistanti il Comune di Fano e più precisamente nella località denominata “Sassonia”.

 

L’emergenza era scattata alle ore 16:00 della giornata di ieri, a seguito di comunicazione telefonica pervenuta alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Pesaro che ha immediatamente provveduto ad inviare la dipendente unità specializzata per la ricerca e soccorsi in mare CP872 ed attivare il dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Fano, che da subito ha provveduto alla gestione del soccorso.

 

La ricerca è stata avviata sia via mare che via terra, nella zona inizialmente indicata dal compagno di immersione della persona scomparsa, con la partecipazione dei mezzi della Guardia Costiera (motovedetta CP872, CP2086, battello pneumatico GC 332) e con i battelli litoranei dei Vigili del Fuoco di Fano e della locale Protezione Civile.

 

Alle ricerche ha preso parte, sin da subito, anche il nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Teramo, che hanno perlustrato la zona precedentemente indicata.

 

Le stesse ricerche, senza soluzione di continuità, si sono protratte per tutta la notte sia con i mezzi navali della Guardia Costiera, sia con l’impiego dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Nella mattinata sono intervenuti anche i sommozzatori Guardia Costiera del Nucleo di S. Benedetto del Tronto ed un velivolo ad ala rotante del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare.

 

I sommozzatori dei Vigili del Fuoco, anche grazie alle migliorate condizioni meteorologiche, hanno rinvenuto il corpo del malcapitato alle ore 07.00 circa, adagiato su un fondale di circa 2 metri, in località “Sassonia” tra la riva e la scogliera. Il corpo è stato rinvenuto con la muta da sub di colore nero che indossava al momento della scomparsa.

 

All’attualità non sono ancora note le cause del decesso ed il corpo, rimosso dal luogo del ritrovamento dietro disposizione impartita dall’Autorità giudiziaria, verrà trasportato presso il locale nosocomio per il riconoscimento da parte dei familiari, che sono stati messi subito a conoscenza della scomparsa e del successivo ritrovamento.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>