Basket, finali under 19: Scavolini ko con la Virtus Siena. E l’ex ds biancorosso Barbalich porta il talento Emir Sulejmanović al Barcelona Regal

di 

28 maggio 2013

Logo Vuelle

PESARO – Seconda giornata delle finali nazionale Under 19 di pallacanestro e seconda sconfitta per i ragazzi allenati da Paolo Calbini, che anche al cospetto dei forti toscani hanno confermato sterilità offensiva. Pur facendo meglio rispetto alla prima giornata (50-39 contro la Stella Azzurra Roma), i giovani biancorossi si sono fermati a 45 punti segnati, contro i 72 subiti. Una precarietà offensiva evidenziata già nel corso del primo tempo, chiuso con i senesi avanti 34-20. Mercoledì (ore 21 Palasport Benedetti), la Scavolini affronterà l’Aurora Desio (ko 73-65 con la Stella Azzurra) nella terza insignificante partita delle finali che lanciano al turno successivo romani e  senesi che si affronteranno alle ore 21 al PalaFiera  per conquistare il primo posto nel Girone D.

 

I tabellini

SCAVOLINI PESARO: Penserini, Clementoni 1, Lepri 2, Cercolani 13, Ricci 5, Bianchi 3, Terenzi 4, Urbani 4, Bertoni 4, Bongiorno 1, Panzieri 6. All. Calbini
VIRTUS SIENA: Ricci, Franci, Angiolini 2, Mugnaini 3, Reali 5, Zeneli 6, Oliva 8, Bianconi 10, Martino 6, Rovere 12, Cucco 10, Sanges 10
STATISTICHE SQUADRA: Scavolini: 13/38 da 2, 4/19 da 3; 7/11 tl; Virtus: 25/47 da 2;  4/17 da 3; 10/21 tl.

 

A proposito di giovani, Alessandro Barbalich, ex direttore sportivo della Scavolini, oggi procuratore di giocatori, è da lunedì a Barcellona, dove ha portato uno dei più grandi talenti della pallacanestro europea, Emir Sulejmanović, che è stato sottoposto alle visite mediche da parte dello staff del Barcelona Regal.  Sulejmanović, ala forte di 204 centimetri, che compirà 18 anni il prossimo 14 luglio, ha disputato la stagione in corso con l’Union Olimpija Lubiana, prendendo parte anche ad alcune partite di Eurolega, dove ha esordito il 13 dicembre a Madrid, sul parquet del palasport del Real, giocando 6’46”, realizzando 2 punti (1/1) e conquistando 2 rimbalzi. Nato in Bosnia, a  Luka Žepa, negli anni terribili della guerra fratricida, si trasferì ancora bambino in Finlandia, nazione di cui ha il passaporto. A inizio 2012/13 era in forza al settore giovanile, ma dopo averlo visto all’opera coach Sašo Filipovski, che ha allenato anche la Virtus Roma, lo ha voluto nella prima squadra. E adesso è pronto a firmare un contratto con i blaugrana.

2 Commenti to “Basket, finali under 19: Scavolini ko con la Virtus Siena. E l’ex ds biancorosso Barbalich porta il talento Emir Sulejmanović al Barcelona Regal”

  1. Filippo scrive:

    “Insignificante partita” un cavolo!!!
    http://www.fip.it/public/35/ComunicatiUff/2013%20cu%201404%20fn%20dngu19m.pdf
    Cara Redazione, informarsi sulla formula del torneo prima di scrivere articoli e pubblicarli su internet, senza poi neppure controllarli, credo non farebbe male per niente…

  2. admin scrive:

    Grazie per la puntuale segnalazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>