Imu, Mattioli: “Il Comune di Fano ha grande attenzione sulle aliquote”

di 

29 maggio 2013

Giacomo Mattioli*

FANO – Mentre a livello nazionale continua il dibattito sull’IMU e sulla sua sospensione/revoca, i Comuni devono stabilirne le aliquote aggiornate per permettere il calcolo della cifra da pagare per chi deve comunque farlo; ieri sera il Consiglio Comunale ha approvato una delibera molto importante perché, nel definire le aliquote per l’anno 2013 del Comune di Fano, non solo non sono stati previsti aumenti rispetto all’anno 2012 ma addirittura sono state previste diminuzioni in alcuni casi particolari.

Giacomo Mattioli

Giacomo Mattioli

Innanzitutto è stata mantenuta al 4 per mille l’aliquota sulla prima casa con detrazione di 200 euro e ulteriore detrazione di 50 euro per ogni figlio di età non superiore a 26 anni dimorante e residente anagraficamente, fino ad un massimo di 400 euro.

Inoltre è stata mantenuta sempre al 4 per mille anche l’aliquota per le abitazioni concesse in affitto a canone concordato: si tratta di un risultato derivante da un tavolo di confronto con associazioni di categoria dei proprietari e degli inquilini, che consentirà a chi si trova in difficoltà economiche e si avvale di questo strumento di risparmiare su base annua una cifra addirittura superiore a quella di una rata! Non era scontato arrivare ad un risultato del genere: si pensi solo che, per esempio, il Comune di Pesaro al contrario di Fano ha deciso di raddoppiare l’aliquota relativa al canone concordato, facendo saltare il tavolo di concertazione che invece Fano ha portato a buon fine.

Ultimo aspetto degno di nota è quello relativo all’aliquota sui terreni edificabili: anche in questo caso l’attenzione del Comune di Fano è stata massima verso quelle persone che, pur essendo proprietarie di un terreno edificabile, non possono permettersi di costruire ma devono comunque pagarci l’IMU. In questo caso l’aliquota resta sempre del 9,7 per mille ma viene abbassato del 30% il valore del terreno sul quale calcolare l’imposta, alleviando così almeno in parte l’esborso.

Tutto questo testimonia la grande sensibilità dell’Amministrazione alla problematica delle tasse sulla casa, soprattutto di fronte a una crisi che non accenna a passare: è stato fatto davvero di tutto per essere vicini ai cittadini che non saranno esentati dal pagamento dell’IMU e per rendergli tale tassa più leggera possibile, valorizzando in tal senso anche le politiche per la casa e di sostegno alle famiglie che i Servizi Sociali del Comune stesso da tempo stanno portando avanti.

*Capogruppo La Tua Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>