Esordio amaro per le colibrì azzurre: Italia sconfitta dal Giappone

di 

30 maggio 2013

ITALIA – GIAPPONE 2 – 3
ITALIA
: Bianchini 1, Barcellini ne, De Gennaro (L), Signorile 1, Caterina Bosetti 7, Chirichella 16 (4 muri, 2 ace), Caracuta ne, Tirozzi 21 (2 muri e 2 ace), Diouf 17 (1 muro, 1 ace), Bertone ne, Folie 13 (4 muri), Gennari 15 (1 muro). All. Mencarelli
GIAPPONE: Nagaoka 17, Hirai 3, Imamura 13, Shimamura 13, Yoshida (L), Nakamura ne, Risa Ishii, Matsuura, Fujita, Yuki Ishii 19, Takahashi 7, Otake 4
PARZIALI: 25-21; 25-27; 21-25; 25-21; 12-15 in 118  minuti
STATISTICHE DI SQUADRA: ITALIA: 72 attacchi vincenti, 14 muri, 5 battute vincenti; 33 errori. GIAPPONE: 63 attacchi vincenti, 12 muri, una battuta vincente; 17 errori.

 

La prima Nazionale seniores allenata da coach Mencarelli  (Foto Lucas Vuitel per Montreaux Volley Masters)

La prima Nazionale seniores allenata da coach Mencarelli  (Foto Lucas Vuitel per Montreaux Volley Masters)

PESARO – Esordio amaro per l’Italvolley di coach Mencarelli, sconfitta dal Giappone nel Masters di Montreux, in Svizzera. A punire le azzurre i troppi errori. Interessante l’esordio di Cristina Chirichella, buona la prova di Tirozzi, De Gennaro e Signorile.

L’Italia di Mencarelli apre con 3 punti (1 attacco e 2 muri) di Cristina Chirichella. La reazione nipponica è immediata (5-7). Le azzurre devono inseguire (14-16). Sale in cattedra Valentina Diouf, mentre si fanno vedere anche Tirozzi e Caterina Bosetti. L’Italia pareggia a 17 e sorpassa (20-19), guadagnando tre lunghezze (23-20) con la coppia pesarese ben trovata da Noemi Signorile. Chiudono Bosetti e Chirichella: 25-21.

Il secondo set è incredibile. Dopo un avvio equilibrato, il Giappone prova la fuga (9-12 prima, 15-18 poi). Una scatenatissima Tirozzi infila una collana di perle con 6 punti consecutivi, tra attacchi, muri e servizi vincenti che ribaltano il risultato. Ma sul 23-21 propiziato dal decimo punto di Diouf, l’Italia si blocca e il Giappone recupera e sorpassa: 23-24. La replica delle azzurre (Folie) regala una palla set, ma le orientali sono brave a cancellarla prima e a chiudere ai vantaggi: 25-27. Tutto da rifare. Tirozzi è già a 13 punti. Fra le nipponiche,  Shimamura 8,  Nagaoka e Imamura 7.

Il terzo parziale è a senso unico, per la squadra del Sole Levante, che fa subito il break (3-6) e allunga decisamente (9-14; 11-16). Le azzurre hanno un guizzo con Gennari (18-21), ma il Giappone chiude agevolmente. Shimamura, Imamura e Yuki Ishii. Malgrado l’Italia faccia meglio al muro, grazie a Chirichella e Folie, e in battuta (4 ace a 0, tutti pesaresi, equamente divisi tra Chirichella e Tirozzi).

Il quarto set registra la grande reazione delle italiane, con Tirozzi a quota 21, Diouf a 16, Chirichella a 15, Folie a 12 e Gennari a 10. Le azzurre rompono l’equilibrio sul 15 pari e se ne vanno a vincere il set (25-21), portando le giapponesi al tie-break.

In attesa del set decisivo, è doveroso sottolineare che il Giappone ha potuto contare sui 31 errori azzurri, mentre l’Italia ha avuto solo 14 omaggi nipponici.

Parte male l’Italia (0-2; 3-6), poi – con Chirichella e Gennari – rientra in partita, ma sul 5-6 subisce uno 0-5 micidiale, per il punteggio e per il morale. Eppure, una scatenata Alessia Gennari, con un aiutino di Caterina Bosetti, in panchina dopo il terzo set, riporta le azzurre a meno uno (12-13). Si spegne lì la rimonta, vince (12-15) il Giappone.

Nella altre partite, martedì: Giappone – Repubblica Dominicana 0-3; Cina – Russia 1-3; Brasile – Svizzera 3-0; mercoledì: Repubblica Dominicana – Germania 3-1; Brasile – Cina 3-0.

Il programma di giovedì: ore 16,30, Cina – Svizzera; ore 18,30 Brasile – Russia; ore 21, Italia – Repubblica Dominicana. Il Brasile è allenato da Ze Roberto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>