Un convegno a Fano per… “Far volare il turismo marchigiano”

di 

5 giugno 2013

FANO – Come rilanciare il turismo marchigiano: giovedì 6 giugno a Fano, alle 15, un seminario promosso da Assoturismo Marche. Tra i relatori, Riccardo Strano delegato Enit per l’Estremo Oriente, Valerio Trombetta tra gli estensori del piano nazionale degli aeroporti per il Governo Monti e Salvatore Merola direttore commerciale dell’aeroporto di Falconara.

“Far volare il turismo marchigiano” è il titolo del seminario che Assoturismo Confesercenti Marche promuove giovedì 6 giugno a Fano, nella sede dell’Ufficio Turismo di via Cesare Battisti.

Un incontro per fare il punto sulle strategie di rilancio del turismo regionale al quale l’associazione invita a partecipare tutti gli operatori del settore e gli amministratori locali, che potranno ascoltare ed interloquire con gli autorevoli relatori presenti all’iniziativa.

Dopo il saluto dell’assessore al Turismo di Pesaro e Urbino Renato Claudio Minardi e l’introduzione del coordinatore regionale di Assoturismo Boris Rapa, interverranno infatti Riccardo Strano delegato Enit per l’Estremo Oriente, Tonino Pencarelli, Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università degli Studi di Urbino, Valerio Trombetta Senior Manager di KPMG, tra gli estensori del piano nazionale degli aeroporti, Salvatore Merola Direttore Commerciale dell’Aeroporto di Falconara e Mario Ruggini dirigente Turismo della Regione Marche.

Sono poi previsti gli interventi dei coordinatori Assoturismo di Ancona Alberto Tassi e di Pesaro e Urbino Gianluigi Campagna. Le conclusioni saranno affidate a Claudio Albonetti presidente nazionale di Assoturismo.

“Le Marche sono un patrimonio in termini turistici, all’estero ormai equiparate alla Toscana – spiega il direttore Confesercenti Marche Ilva Sartini – per questo, un rilancio del settore non può prescindere dal mercato internazionale. Vogliamo capire e, fattivamente, proporre con l’aiuto degli esperti, le strade migliori per raggiungere questo obiettivo. Se si punta al turismo internazionale, ovviamente ruolo principe è quello dell’aeroporto, del suo potenziamento e del suo collegamento con le realtà turistiche della regione”.

“E’ importante, nel turismo ancora più che in altri settori, non lavorare per compartimenti stagni – aggiunge il direttore provinciale Confesercenti Roberto Borgiani – ma essere capaci di uniformare le strategie, anche a livello di promozione e di immagine. La nostra iniziativa vuole essere un segnale anche in questo senso. In più ci sembra giusto mettere Fano al centro di un evento regionale, in quanto città dalle grandi potenzialità turistiche, ancora troppo poco sfruttate”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>