Parcheggi: ecco come cambiano e quanto costano per tutta l’estate.

di 

6 giugno 2013

PESARO – Quando si dice: semplificazione amministrativa: dal 2013 l’Amministrazione comunale ha scelto di non differenziare le tipologie di sosta per periodi e giorni della settimana, ma tutti i giorni, dall’8 giugno al 1° settembre, ci saranno le stesse modalità e quantità di sosta disponibile, con limitazione della velocità a 30 chilometri orari su tutto il tratto interessato dalla sosta.

L’unico problema è l’impossibilità – almeno per il mese di giugno – di utilizzare il parcheggio Stefanelli, compromesso dalla frana e sul quale sta lavorando la Provincia. Lungo la Statale sono stati sacrificati alcuni posti auto portando a 300 metri la lunghezza dei parcheggi a pettine per i motorini (dal cartello Pesaro all’Imprevisto, togliendo 100 metri alle auto). Attivi come gli anni scorsi anche i parcheggi dell’Imprevisto e dell’ex Cpa.

Fino a metà luglio i parcheggi saranno a pagamento solo nel week-end, poi la sosta blu scatterà tutti i giorni fino al 1° settembre. Rimangono ovviamente validi tutti i servizi e le agevolazioni offerte dalle linee dei bus navetta.

Sosta Statale 16: orario 9-20

Parcheggio ex Cpa (90 posti auto): orario 8-20

Parcheggio Imprevisto (70 posti auto): orario 8-20

Parcheggio Santa Marta (100 posti auto): orario 7.30-20.30

Parcheggio dei Gelsi (a pagamento per auto e moto): 6 euro al giorno

Totale parcheggi auto nei luoghi suddetti: 260

Totale parcheggi moto nei luoghi suddetti: 240

I lavori di sistemazione dei parcheggi – anche dal punto di vista della cura del verde urbano – sono stati curati in gran parte dal personale del Centro operativo comunale. Va rilevato – inoltre – che le mareggiate verificatesi nell’inverno 2012/2013 non hanno riscontri recenti. I fondi utili ad effettuare gli interventi sono stati tratti dal capitolo delle manutenzioni – in particolare per riparare i danni dovuti dalla frana – e ammontano ad un totale di 170mila euro, che ovviamente adesso attende la restituzione della somma dal Governo attraverso la Regione vista la concessione dello stato di emergenza.

L’Amministrazione ha cercato di mitigare le difficoltà dei bagnini – dovuta alle condizioni meteo del tutto particolari dei mesi di aprile e maggio – semplificando il sistema della sosta e ampliandola il più possibile. Comunque, il motto della Giunta rimane sempre quello: “Andate al mare in bici o in navetta!”.

Approfondimenti su www.pesaromobilita.it

 Fonte Pesaro0914

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>