Lorenzo Paoli saluta la Vis: “Vado all’Ancona. Una scelta difficile perché so cosa lascio”

di 

24 giugno 2013

Vis-Ancona, il capitano Paoli sotto la curva

Lorenzo Paoli che salta con la curva in maglia vissina (foto Marco Giardini)

PESARO – Adesso è ufficiale: Lorenzo Paoli lascia la Vis Pesaro. Il 25enne difensore candelarese ha comunicato la sua decisione nella sua Candelara, dai tavoli del Circolo Acli.

“Una decisione sofferta la mia – ha spiegato – Ringrazio tutti per quattro anni bellissimi, a cominciare dal direttore Leonardi, dal presidente Claudio Pandolfi, passando per la segretaria Sara, per tutti gli allenatori che ho avuto e i compagni con cui ho giocato, fino ad arrivare al mitico Urbano. So che squadra, che società, che tifosi e che città lascio ma sinceramente considero l’offerta dell’Ancona una grande opportunità dal punto di vista professionale. I colori biancorossi della Vis rimarranno per sempre nel mio cuore”.

Lorenzo Paoli lascia la Vis dopo 4 stagioni ricche di soddisfazioni: 141 presenze e 10 reti (5 solo nell’ultima strepitosa stagione, sia a livello personale che come rendimento di squadra) che hanno dimostrato sul campo, al di là di tante parole, l’attaccamento del ragazzo di Candelara alla sua Vis. Paoli, nato calcisticamente nella Vis, era poi andato via giovanissimo approdando alle giovanili della Fiorentina. Il calcio professionistico, però, lo aveva solo sfiorato (9 presenze in C2 con il San Marino) e anche in questo, a 25 anni, risiede la sua scelta: orgoglio, ambizione, voglia di rimettersi in gioco per puntare in alto con una squadra che punterà apertamente in alto, ben consapevole che ad Ancona non sarà comunque facile. Sia perché la concorrenza sarà spietata (Cacioli e Mallus, due fedelissimi di mister Cornacchini), sia perché la piazza non permetterà tanti passi falsi. La Vis, che comunque è stata informata per prima dall’ormai ex capitano, ha pubblicato sul proprio sito internet un commento dal titolo, quanto meno, poco elegante e riconducibile a una scelta fatta solo per i soldi. Chi conosce Paoli sa, però, che i soldi hanno contato in minima parte. L’anno scorso, di questi tempi, Paoli rifiutò infatti un’offerta economica forse anche più importante da un’altra squadra marchigiana: allora decise di restare a Pesaro e sposare il progetto biancorosso. Quest’anno, invece, hanno prevalso gli stimoli e la voglia, dopo 4 anni, di mettersi in gioco fuori casa, in una piazza che punterà apertamente per vincere.

Questo non vuol dire la che la Vis prepari una stagione al ribasso, anzi. Se dovessero restare Ridolfi e Torelli la banda biancorossa potrebbe, a nostro parere, stupire tutti. Adesso, però, il dato di fatto è che Leonardi e D’Anzi dovranno ricostruire quasi da zero quella che era stata la difesa meno battuta del girone. Domani, come annunciato, ci sarà la conferenza stampa “tecnica” al Benelli: possibile che venga annunciato, oltre la conferma di mister Magi, l’ingaggio del nuovo attaccante partner di Cremona. Tutti gli indizi portano a un bomber di razza, fortissimo fisicamente e che, dopo una stagione in chiaroscuro, a Pesaro potrebbe rinascere. Nelle prossime ore vi faremo il nome.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>