La Vis riparte da mister Magi: si punta su un “undici” più forte, esperto e agonisticamente cattivo

di 

26 giugno 2013

PESARO – C’era anche mister Peppe Magi (riconfermato ufficialmente, orgoglioso di continuare con la Vis) con Leandro Leonardi e il presidente Pandolfi: un tridente, dietro la scrivania della sala stampa pesarese, per spiegare il nuovo progetto vissino: un undici titolarissimo sulla carta più forte, esperto e agonisticamente cattivo della passata stagione, tutti i nuovi inserimenti già contattati (saranno ufficializzati a luglio) con un solo nome ancora da individuare. “Avevamo già fermato un difensore nel caso in cui Paoli avesse deciso di andare via – ha rivelato Leonardi – ma sabato scorso lo abbiamo liberato perché eravamo convinti che Paoli, alla fine, rimanesse con noi. E’ stata una grande delusione ma andiamo avanti”.

Mister Magi

Leonardi, Pandolfi e il riconfermato mister Magi

Il nuovo programma vissino sarà annuale. “Ma con un obiettivo: se non lo raggiungo passo la mano, inutile illudere l’ambiente. Magari prendo un altro ruolo” ha detto Leonardi facendo firmare a un giornalista presente un foglio con all’interno l’obiettivo rimasto celato.

“Il budget? Ringrazierò fino all’ultimo respiro sindaco e Arceci sempre vicini – ha spiegato Leonardi – ma il budget è una cosa sacra, prima dei risultati, e per ora ci dà torto. L’anno scorso abbiamo chiuso con 51 mila euro in meno. E anche l’elenco è di piccoli e medi sponsor per ora non basta. E questo si riflette nella costruzione della squadra. Io posso fare il miracolo nel lavoro, ma non posso garantire sempre il miracolo nel risultato. Le risorse sono un quarto di un’altra società che cerca di vincere il campionato e gli abbonamenti, rimanessero quelli dell’anno scorso, sono un decimo sempre di quella società. Ma cercheremo di affondare più portaerei dell’anno scorso. Dovremmo sbagliare pochissimo: vogliamo fare una Vis molto competitiva, magari con la coperta corta, ma per noi più competitiva della passata stagione. Ridolfi, Torelli e Dominici? Vista la mia esperienza dico che potrebbero rimanere ma nel caso, visto i ruoli che occupano, li sostituiremmo con degli over dirottanto altri under sugli esterni. Con uno di questi over abbiamo già un’intesa di massima. Se parte uno dei nostri baby, sappiamo già come muoverci. Severini? Ottimo giocatore. Chicco? Ottimo giocatore. Entrambi li conosciamo bene…”.

Definito anche l’inizio del ritiro: sarà il 23 luglio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>